Pixel 6a vs Pixel 6: cosa cambia tra i due smartphone Google

Le principali differenze tra Pixel 6a e Pixel 6 in un confronto sulla scheda tecnica dei due nuovi smartphone Google

La riscossa mobile di Google parte dal settore degli smartphone di fascia media. Dopo il successo della serie Pixel 6 – di cui Big G si è detta soddisfatta, numeri di vendita alla mano – il colosso di Mountain View prosegue la propria strategia di consolidamento del proprio ecosistema hardware puntando su una gamma che ha saputo farsi apprezzare dai consumatori per il suo equilibrio generale e per le ottime performance fotografiche in relazione alla fascia economica di appartenenza.

Pixel 6a vs Pixel 6 scheda tecnica
La scheda tecnica di Pixel 6a a confronto con Pixel 6 (Screenshot Google)

Il nuovo Pixel 6a farà il suo esordio ufficiale anche in Italia dopo l’assenza di Pixel 5a, stagliandosi in concreto come l’alternativa a basso costo di Pixel 6. Ma quali sono le differenze tra i due modelli? L’impianto scheletrico dei due smartphone è fondamentalmente il medesimo e sono due le linee che Google ha tracciato nella costruzione del suo nuovo dispositivo di fascia media: il design e il processore. L’estetica di Pixel 6a è sostanzialmente la stessa di Pixel 6, fatta eccezione per qualche modifica apportata al gruppo fotocamere per via dei diversi sensori installati sul posteriore. E poi c’è Google Tensor, il processore basato sull’Intelligenza Artificiale che cederà presto il trono alla versione di seconda generazione, installata sui nuovi Google Pixel 7.

Pixel 6a, il nuovo smartphone Android compatto con SoC Google Tensor

Pixel 6a vs Pixel 6 scheda tecnica
Google Tensor è il processore di Google Pixel 6a (Screenshot Google)

Pixel 6a è più piccolo del modello standard (152,2 x 71,8 x 8,9 millimetri, contro i 157,5 x 73,2 x 8,9 millimetri) e meno pesante (178 grammi contro 207 grammi), grazie a uno schermo da 6,1 pollici a risoluzione Full-HD+ di tipo OLED. Manca la frequenza di aggiornamento superiore a 60 Hz, mentre la RAM ammonta a 6 gigabyte: queste differenze si raccordano con alcune fisiologiche rinunce che vengono giustificate da un prezzo di listino pari a 200 euro in meno rispetto a Pixel 6, come la ricarica wireless e la ricarica rapida.

La differenza più importante tra Pixel 6a e Pixel 6 è tuttavia legata al comparto fotografico. Google ha infatti ripiegato sui sensori dei vecchi modelli della serie Pixel A (fotocamera principale da 12,2 megapixel che si ripropone ormai ciclicamente dal primo Google Pixel) e in quest’ottica la qualità degli scatti del nuovo smartphone Android di fascia media sarà pressoché sovrapponibile a quella di Pixel 4a 5G che abbiamo recensito. La differenza potrebbe tuttavia farla il processore Google Tensor con il suo ISP più aggiornato.