OPPO, la caratteristica unica dell’ultimo smartphone di punta

Primus inter pares. Qualsiasi smartphone di punta di qualsiasi di qualsiasi marchio, grande o medio che sia, ha una peculiarità più unica che rara, che lo rende diverso dai suoi pari. Una tecnologia all’avanguardia, l’ultimo chipset (nonostante la crisi dei semiconduttori), specifiche o funzionalità nuove. OPPO non fa eccezione.

OPPO Reno6, la nuova serie (Adobe Stock)
OPPO la nuova serie (Adobe Stock)

L’azienda cinese di elettronica di consumo, con sede a Dongguan, che produce smartphone ma anche dispositivi audio, power bank, lettori multimediali e altri prodotti elettronici sta lavorando proprio sul suo nuovo smartphone di punta da lanciare in un prossimo futuro, che lo distinguerà dagli altri della stessa gamma.

La conferma proprio sull’account Twitter ufficiale del produttore di smartphone cinese. Che ha condiviso un breve video teaser di un nuovo e interessante dispositivo.

Fotocamera retrattile OPPO: quello che si sa finora

OPPO, fotocamera top (Adobe Stoc)
OPPO, fotocamera top (Adobe Stock)

Sebbene il nome dello smartphone sia ancora sconosciuto, il video si concentra principalmente sul modulo della fotocamera posteriore, retrattile. La società asiatica, che proprio quest’anno sta festeggiando i suoi 20 anni dalla registrazione del marchio (nel 2001, tre anni dopo il lancio sul mercato), chiama semplicemente questa funzione come “Fotocamera retrattile OPPO”, che afferma essere una tecnologia della fotocamera auto-sviluppata.

LEGGI ANCHE >>> Whatsapp fa proseliti: i vocali diventano piccole clip di risposta su Facebook

Guardando il video, si nota un grande sensore di immagine che viene sollevato dal suo alloggiamento del modulo della fotocamera. Nel tweet, la società ha definito i pop-up fastidiosi e ha condiviso questo video dimostrativo per una telecamera che può essere sollevata e retratta. Appunto.

LEGGI ANCHE >>> Google, sterzata sui Pixel 6: un aggiornamento necessario. Ecco perché

A differenza dei moduli pop-up che si sollevano verticalmente, questo sensore di OPPO è ancora più originale, perché si si estende orizzontalmente, ed è anche alloggiato su un sistema meccanizzato che probabilmente funziona quando l’utente attiverà una particolare modalità di scatto nell’applicazione della fotocamera. Tuttavia, potrebbe attivarsi non appena verrà aperta l’app della fotocamera, vista la sua forma retratta, semplicemente rendendo il dispositivo più sottile nel complesso.

OPPO deve stare molto avanti con lo sviluppo del suo smartphone di punta, perché l’azienda cinese ha perfino mostrato la durata di questo modulo, con un test di caduta mentre il sensore è stato esteso. Non solo. Si vede anche dell’acqua che viene spruzzata sul dispositivo quando il sensore viene sollevato. Secondo gizmochinapotrebbe essere uno sforzo per sedare qualsiasi domanda che possa sorgere sulla sua praticità in termini di design – si legge – secondo la nostra ipotesi, la funzionalità del sistema di telecamere retrattili potrebbe anche estendersi all’offerta di migliori capacità di zoom ottico/ibrido al sensore di immagine”.

Vale tutto in presenza di indiscrezioni, troppo presto per dirlo, visto che OPPO con il video mostrato dice tanto sì ma non tutto, su questa tecnologia in particolare. L’unico feedback è che tutto verrà svelato durante l’evento INNO WORLD 2021, previsto per il 14 dicembre 2021. Manca poco.