Operatori telefonici e tariffe, dove conviene in Europa? La posizione dell’Italia

L’ultimo report di Arthur D. Little si concentra sugli operatori telefonici e sulle tariffe in Europa. Il posizionamento dell’Italia

operatori tariffe 20211512 cellulari.it
Un report ha stilato la classifica delle tariffe più basse in Europa lanciate dai vari operatori telefonici (Adobe Stock)

Che sia per la connettività broadband fissa o per quella mobile, al giorno d’oggi scegliere la giusta offerta è sempre più complicato. Ci sono tantissimi operatori e altrettante promozioni, che vanno ad interessare fasce di pubblico diversificate e con bisogni distinti. Un fattore spesso decisivo è ovviamente il prezzo.

Ma dove conviene maggiormente? Un recente report di Arthur D. Little denominato “French telecoms economics 2020” si concentra nello specifico sulle tariffe più basse in Europa per ciò che riguarda la connettività fissa e mobile di tipo broadband.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> OPPO sfida Samsung sui pieghevoli: questo è più economico – VIDEO

Operatori e tariffe, la classifica aggiornata in Europa

operatori tariffe 20211512 cellulari.it
L’Italia si piazza al terzo posto in questa speciale graduatoria (Screenshot)

Il documento in questione punta innanzitutto a mettere in evidenza le difficoltà dell’intero settore, dovuto ai ricavi e ai margini in decrescita costante soprattutto dopo lo scoppio della pandemia. Stando a quanto si legge, le cosiddette tariffe triple play per la rete fissa sono in vigore in Polonia con una media di 15 euro. Seguono la Francia con 25 euro e l’Italia con 30 euro. I costi in questione sono a prezzo pieno, al netto delle politiche di promozione applicate dai vari operatori per acquisire nuovi clienti. Facendo un confronto con il resto d’Europa, il divario risulta ben più evidente. In Germania, la tariffa media è pari a 45 euro.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Realme, è l’ora del GT2 Pro: ufficiale la data di presentazione del nuovo flagship

Parlando di mobile broadband, la classifica è pressoché la stessa. Francia e Italia si dividono la prima posizione, con una media di 14 euro per offerte che includono 50 Giga di traffico dati. In Germania, l’asticella sale fino a 45 euro. Sono dati piuttosto eloquenti, che stanno ad evidenziare una crisi sempre più insostenibile. Di contro, però, il report sottolinea anche i sempre più crescenti investimenti degli operatori per sostenere la digitalizzazione sia di imprese che di pubbliche amministrazioni.