Olanda: Barriere antirumore Fotovoltaiche Luminescenti per produrre energia

Tutto quello che genera movimento è potenzialmente trasformabile energia. Vento e maree possono essere convertite in energia meccanica e quindi elettrica cosi come il calore può generare pressione e quindi muovere turbine elettriche.

La tecnologia dei pannelli luminescenti si sta evolvendo sempre di più e si appresta a raggiungere la fatidica soglia del 10% di conversione. Considerate che un pannello fotovoltaico puro viaggia tra il 18 e il 25% di conversione.

I pannelli luminescenti hanno il vantaggio di consentire alla luce di passare ma al tempo stesso bloccare alcune frequenze di luce per convertirle in energia elettrica.

Grazie a questa tecnologia, sarebbe oggi possibile produrre vetrate che producono energia elettrica. Secondo i dati forniti dalle principali organizzazioni, la capacità mondiale potrebbe arrivare ad un potenziale di 134 GWp.

Tutto quello che genera movimento è potenzialmente trasformabile energia. Vento e maree possono essere convertite in energia meccanica e quindi elettrica cosi come il calore può generare pressione e quindi muovere turbine elettriche.

Allo stesso modo, il suono è energia cinetica che si diffonde mediante onde sonore che a loro volta veicolano quello che noi percepiamo come rumore o suono. Un problema risolto mediante l’interposizione di pannelli che assorbono buona parte di queste onde e ci permettono di non sentire il rumore.

Dall’Olanda, arriva una invenzione che potrebbe farci accettare meglio le classiche barriere antirumore, quelle che si stanno diffondendo sempre di più accanto a tangenziali, autostrade e ferrovie.

Grazie a particolari pannelli fonoassorbenti, un team di ricercatori dell’ Università di Eindhoven ha messo a punto una nuova generazione di elementi denominati Luminescent Solar Concentrators che uniscono all’effetto isolante, quello del fotovoltaico.

Con questi pannelli, sarà quindi possibile da una parte bloccare il rumore e dell’altra produrre energia elettrica mediante pannelli fotovoltaici particolari.

Il vantaggio di questa tecnologia è quello di poter sfruttare aree particolari, potendo cosi produrre energia senza dover occupare nuovi terreni. Un problema sentito, quello dello spazio, in un paese come l’Olanda piuttosto limitato territorialmente.

Il test è stato effettuato presso l’autostrada A2 nei pressi di Den Bosch, dove circa 50 famiglie possono beneficiare di energia e rumore contenuto.

L’Olanda non è nuova a queste trovate: qualche settimana fa, era stata annunciata la pista ciclabile fotovoltaica, in grado di produrre energia elettrica sfruttando particolari rivestimenti stradali.