Novità per le Poste: eseguire le operazioni potrebbe diventare semplicissimo

Secondo alcune fonti, Poste Italiane ha in mente di realizzare un unico “contenitore” in grado di portare grandi vantaggi (e tanta semplificazione) agli utenti

Poste Italiane sta pensando di rivoluzionare la gestione dei servizi offerti al pubblico, nell’ottica di una maggiore semplificazione. Per la società italiana, che da tempo ha sviluppato una fitta rete di servizi (bancari, pagamenti, assicurativi, gestione dell’identità digitale SPID e servizi di telefonia fissa e mobile), la facilità di accesso e l’immediatezza passa attraverso lo smartphone e le applicazioni.

Poste Italiane
Poste Italiane (Adobe Stock)

Allo stato attuale, infatti, Poste Italiane mette a disposizione del pubblico ben quattro differenti applicazioni, disponibili per i dispositivi Android e iOS: PostePay, BancoPosta, Ufficio Postale e Poste ID. A ognuna di queste app è demandata una specifica funzione: ad esempio, la prima si occupa di gestire tutto ciò che concerne la carta prepagata PostePay e le SIM PosteMobile, mentre l’ultima è ormai un requisito imprescindibile per molti italiani per l’accesso ai servizi offerti dalla Pubblica Amministrazione.

Questa capillarità nello sviluppo di applicazioni ha lo scopo di diversificare i vari servizi offerti da Poste Italiane. Ma proprio perché questi servizi sono in alcuni casi imprescindibili per gli utenti, non è infrequente che su uno smartphone possano trovarsi tutt’e quattro le applicazioni Poste Italiane, con il rischio in alcuni casi di far confusione.

Poste Italiane: arriverà in futuro un’unica applicazione?

Poste Italiane
Smartphone (Adobe Stock)

E qui torna prepotentemente in auge il discorso della semplificazione di cui abbiamo parlato a inizio articolo. Secondo quanto riportato infatti da SmartWorld, Poste Italiane starebbe vagliando l’idea di creare un’unica applicazione dove conglobare tutti i servizi offerti. Una sorta di contenitore unico, tipicamente “smart” e al passo coi tempi, per semplificare l’utilizzo e la gestione dei servizi, ed evitando quindi una ridondanza di funzionalità che in alcuni casi potrebbero essere simili.

Qualora l’indiscrezione dei colleghi dovesse dimostrarsi corretta, è facile auspicarsi la presenza di un’unica applicazione che permetterà al tempo stesso di gestire il conto corrente, la SIM PosteMobile, localizzare gli Uffici Postali in prossimità e accedere ai servizi della P.A. tramite identità digitale. L’app sarebbe ovviamente disponibile sia per i dispositivi con a bordo Android che con iOS.

Andrà veramente così? Il discorso è tutt’altro che definitivo, trattandosi di “chiacchiericci” ancora agli albori. Come rimarcato dalla fonte, il lavoro probante nella realizzazione di un unico programma potrebbe non soltanto dilatare i tempi di esordio del programma, ma anche renderne difficoltosa la sua immissione sul mercato. Staremo a vedere, ma l’idea è certamente interessante, per quanto complessa.