Nokia acquista Withings e inizia a produrre dispositivi indossabili per la salute

Nokia ha annunciato la sua intenzione di acquistare l'azienda Withings, società francese di elettronica di consumo che produce dispositivi indossabili per la salute. Non si esclude che dal 2017 Nokia possa tornare a produrre telefonia.

Nokia ha annunciato l’intenzione di acquisire, per 170 milioni di euro, una società francese del settore dell’elettronica di consumo che si occupa della produzione di dispositivi per sulla salute digitale.
Per molti Withings non significa nulla, in realtà è un marchio molto conosciuto a livello globale 
per i suoi dispositivi indossabili che utilizza come vetrina per grossi eventi come ad esempio il CES a Las Vegas.

Sembra che questo acquisto aumenterà in modo significativo il portafoglio di prodotti a favore della Nokia, che potrà proporre sul mercato internazionale uno smartwatch (Activité), un fitness-tracker ed un termometro Bluetooth per misurare la temperatura corporea ai bambini, che è stato premiato al CES 2016 per la sua innovazione. 

In un comunicato stampa il  presidente e CEO di Nokia, Rajeev Suri, ha dichiarato:  “Abbiamo detto sempre che la salute digitale era un’area di interesse strategica per Nokia, e ora stiamo prendendo misure concrete per sfruttare l’opportunità in questo grande ed importante mercato. Con questa acquisizione Nokia rafforza la propria posizione nell’Internet of Things in un modo che sfrutta la potenza del nostro marchio di fiducia, amplia le possibilità umane del mondo connesso e ci pone al centro di un  mercato molto vasto, in cui possiamo fare una differenza significativa nella vita delle persone”.

Invece il CEO di Withings, Cédric Hutchings, ha scritto in un post aziendale che gli obiettivi della sua società sono “perfettamente allineati” con quelli di Nokia, spiegando che “la visione di Nokia di creare prodotti dal design accattivante e che si fondono senza soluzione di continuità nella vita quotidiana delle persone, è esattamente la nostra ambizione; perciò abbiamo un solido terreno condiviso su cui costruire”. Hutchings ha detto, inoltre, che “Nokia ha espresso interesse per la prevenzione sanitaria e la cura del paziente ed ha assicurato ai clienti di Withings che le applicazioni e i prodotti ad oggi realizzati continueranno a lavorare nello stesso modo”.

Withings dovrebbe diventare una parte di Nokia Technologies a partire dal terzo trimestre 2016 ed è la prima acquisizione di Nokia che è focalizzata sulla tecnologia per consumatori.

Per quanto riguarda Nokia, nel 2015 l’azienda finlandese ha rafforzato la propria posizione nel settore delle apparecchiature di rete grazie all’acquisto di Alcatel-Lucent ed ha preso la decisione di vendere le sue mappe HERE ad un consorzio di case automobilistiche tedesche.

Dopo la scadenza delle clausole previste nel contratto di vendita a Microsoft della divisione Dispositivi e Servizi, avvenuta due anni fa, non si esclude che Nokia potrebbe tornare a produrre e lanciarsi nel mercato della telefonia; infatti le clausole del contratto di vendita prevedevano che il marchio Nokia non fosse utilizzato su nuovi dispositivi mobili fino al 2016 e siamo praticamente già a maggio. 

Nel frattempo l’acquisizione di Withings consentirà a Nokia di cominciare a mettersi in gioco producendo smartwatch ed altri dispositivi indossabili.