Nasce Newlife, un’alternativa in più ai social network (ed è tutta italiana)

Ha ufficialmente preso il via l’avventura di Newlife, nuova realtà tutta italiana che si presenta come un’alternativa ai social network classici

Al giorno d’oggi, ormai chiunque è in possesso di un account su almeno un social network. Che sia Facebook, Instagram, Twitter o TikTok, rimanere “sconnessi” dal mondo che ci circonda è impossibile. In un mercato così saturo è difficile emergere, soprattutto per le realtà minori ed indipendenti.

newlife 20220401 cellulari.it
Newlife è l’alternativa italiana ai social network tradizionali (Screenshot)

Ci ha provato Mauro Tiberti, imprenditore e AD di ODStore che ha deciso di lanciare un’alternativa tutta italiana. Stiamo parlando di Newlife, applicazione che punta a voler ridefinire totalmente l’approccio ai social network. L’idea è quella di tornare ai fasti iniziali, dove l’unico scopo era quello di connettere vite diverse.

Newlife, ecco tutto quello che c’è da sapere

newlife 20220401 cellulari.it
Ecco tutto quello che c’è da sapere sulla piattaforma (Screenshot)

Stiamo parlando di un progetto completamente italiano e che ha preso il via durante il lockdown, grazie ad un’idea dell’imprenditore Mauro Tiberti. L’obiettivo dichiarato è quello di far nascere una sorta di community, nella quale gli utenti potranno condividere consigli e conoscenze, oppure chiedere aiuto ad altre persone più esperte.

I cosiddetti newlifer, ossia gli utenti iscritti alla piattaforma, si metteranno a disposizione col fine ultimo di rendere il tutto migliore passo dopo passo. Non sono previsti filtri, non c’è l’obiettivo di aumentare i propri follower. L’idea è quella di voler puntare esclusivamente al concreto, sfruttando i principi base dei social network.

Saranno quattro le sezioni principali:

  • Help Me: la homepage dove chiedere e dare aiuto a chi ne ha bisogno
  • Chat: pannello dedicato alla messaggistica interna
  • Eventi: dove poter promuovere eventi sia reali che virtuali
  • Informazione: sezione per approfondire tematiche diverse

Molto interessante il fatto che l’azienda abbia deciso di puntare forte sulla responsabilità individuale degli utenti. Tanto che, per creare un account, bisogna collegarsi tramite SPiD. L’applicazione è già disponibile per Android ed iOS in Italia, Francia, Germania, Regno Unito e Spagna, sia in italiano che in inglese. La registrazione è gratuita e, una volta completata l’identificazione, sarà possibile indicare i propri interessi per ricevere informazioni mirate ad hoc.