Musica maestro! Apple Music apre ai concerti live. Scopriamo chi aprirà questo nuovo servizio

One Night Only in New York, il primo concerto di Harry Styles passerà alla storia per essere il punto di partenza di un nuovo servizio in streaming, video e musicale, sviluppato dal colosso di Cupertino, sempre più deciso a investire su quella piattaforma che ormai da sette anni accompagna milioni di utenti, fans della Mela più famosa al mondo ma non solo.

Apple music 20220518 cell
Apple music apre ai concerti live – Adobe Stock

Apple Music inizierà a trasmettere in live streaming alcuni concerti, come parte di una nuova serie. Si comincia con uno spettacolo di Harry Styles che gli abbonati in 167 paesi potranno guardare dal vivo e senza costi aggiuntivi, il 20 maggio. La società afferma che Apple Music Live è un modo per “dare alle più grandi star della musica la più grande piattaforma possibile per ostentare il modo in cui si connettono con il pubblico e come le loro canzoni si traducono in performance dal vivo“.

Il concerto si svolgerà alla UBS Arena di Long Island, New York. È effettivamente una festa per l’uscita di un disco per Styles, il cui terzo album, Harry’s House, esce guarda caso lo stesso giorno.

Apple Music non si sta inventando nulla, ma lo sta facendo col suo stile

Concerto 20220518 cell
Il concerto di Harry Styles apre le danze di Apple Music Live – Adobe Stock

La pagina di destinazione di Apple Music per l’evento include un’intervista con il cantante che svela i motivi della realizzazione dell’album, un link per consentire agli utenti di pre-aggiungere Harry’s House alla loro libreria, e una serie di playlist incentrate ovviamente sull’artista.

Un modo intelligente per gli artisti sia di promuovere le nuove uscite che di dare alle persone un’idea di come sono i loro spettacoli dal vivo, dunque, senza dimenticare indirettamente (neanche poi tanto) quella pubblicità che potrebbe far vendere qualche biglietto in più. E chissà che alla fine non convincerà Apple Music a trasmette in streaming, iscrivendosi a un nuovo servizio.

Apple Music non si sta inventando nulla, anche se lo sta facendo con il suo stile. Diverse altre piattaforme, infatti, hanno trasmesso spettacoli dal vivo. Su YouTube ci sono state le esibizioni di Coachella. Hulu ha appena firmato un accordo per trasmettere in streaming i festival musicali Lollapalooza, Bonnaroo e Austin City Limits, per il prossimo biennio. Amazon Music ha creato i flussi Twitch degli artisti.

Anche Apple ha una certa esperienza nei concerti in live streaming. Nel 2007, ha iniziato a organizzare l’iTunes Festival (in seguito noto come Apple Music Festival) nel Regno Unito prima di espanderlo negli Stati Uniti. Ora il ritorno al futuro.

Attenzione, però, save the date: sabato 21 maggio alle ore 21, ora locale, in Italia sarà il 21 maggio alle 2 di notte. Al massimo due bis, previsti per domenica 22 maggio e giovedì 26 alle 11. A meno di clamorosi colpi di scena, l’evento non sarà disponibile on demand.