Mobile World Congress terminato, ecco un resoconto generale del MWC 2015

L'edizione 2015 del MWC è stata visitata da oltre 93 mila visitatori provenienti da 200 Paesi, che hanno esplorato la fiera in lungo e in largo, apprezzando e sorprendendosi per le novità presentate da circa 2000 imprese.

La fiera della tecnologia mobile di Barcellona di quest’anno è stata davvero poliedrica. Abbiamo visto e ci siamo sorpresi nel trovare qualsiasi cosa: dalla realtà virtuale, con i mobili che ricaricano gli smartphone senza fili, agli orologi intelligenti, al telefono che sostituisce la carta di credito e la visione-speranza di un internet a banda ultra larga con l’evoluzione dal 4G al 5G.

I visori per la realtà virtuale in cui  si stanno prodigando le aziende Samsung, Sony, Microsoft e Facebook sono stati la maggiore tendenza del 2015, mentre ha esordito inaspettatamente Htc con il suo visore HTC Vive.

Samsung ha voluto darci un’anteprima del nuovo Gear VR realizzato con Oculus, che dovrebbero arrivare sul mercato entro la fine di quest’anno e mentre gli smartphone si sono ritagliati una fetta importante dei lanci, la migliore novità di questa edizione è stato lo smartphone Galaxy S6 Edge.

Infatti l’azienda coreana, che nel 2014 ha perso la battaglia contro la Apple, ha rilanciato la sfida all’azienda californiana con due gioielli: Galaxy S6 ed S6 Edge.

Gli sforzi maggiori sono stati fatti in favore del Galaxy S6 Edge, con la combinazione vetro-metallo e le sue linee che hanno incantato il pubblico dei privati ed anche gli esperti del settore, a tal punto da guadagnarsi il premio per la migliore innovazione dell’edizione 2015 del MWC.

Per quanto riguarda i cellulari invece un altro trend è stato rappresentato dai produttori asiatici con Htc in prima posizione, seguito da Acer e da LG e da tutta una serie di modelli di fascia media affiancati da quelli di Microsoft, Sony e Blackberry, rivolti ad utilizzatori attenti alle funzioni e al design ed al prezzo.

Altri protagonisti indiscussi sono stati i dispositivi wearable con grandi echi che provenivano da fuori, in vista dell’arrivo dell’Apple Watch. Lo smartwatch più apprezzato è stato il Watch Urbane Lte di LG, ma anche Pebble ha presentato un nuovo modello notevole in acciaio. Huawei ha lanciato il suo primo smartwatch Android Wear.

C’è stata inoltre tutta una serie di innovazioni che mirano ad entrare nelle case degli utenti, come ad esempio il Runcible di Mozilla, un dispositivo a metà tra lo smartphone e il palmare di forma circolare e l’azienda Ikea con i suoi mobili che effettuano la ricarica via wireless dei dispositivi elettronici  ed abbiamo visto anche l’utilizzo di macchinari da remoto..

Abbiamo letto della promessa da parte di Facebook e Google, dell’internet per tutti e della possibilità di connessioni mobili veloci grazie alla futura connettività 5G, che però non vedremo prima del 2020. Sono state presentate al pubblico Reti che consentiranno di scaricare file pesanti più dei film in un minuto, che offrono possibilità infinite se in combinazione ai visori per la realtà aumentata.

L’edizione 2015 del MWC è stata visitata da oltre 93mila visitatori provenienti da 200 Paesi. Un pubblico vasto e variegato che ha esplorato la fiera in lungo e in largo, scoprendo ed apprezzando anche con sorpresa le novità presentate da circa 2000 imprese.

Non ci resta che aspettare con curiosità la prossima edizione del 2016 che si terrà dal 22 al 25 febbraio 2016.