Migliori soundbar per riprodurre contenuti audio dallo smartphone

Contiene link di affiliazione.

Se non siete soddisfatti dall’audio del vostro smartphone potete acquistare una soundbar in grado di amplificarlo e trasformare casa vostra in una vera e propria discoteca. Quante volte vi sarà capitato di tornare a casa dopo una dura giornata di lavoro e di volervi rilassare con un po’ di musica, potrete collegare questo strumento senza bisogno di cavi al vostro cellulare e far partire le vostre playlist che siano da Spotify, Youtube o quant’altro (clicca qui per i migliori router per collegare a internet il tuo cellulare). Non tutte le soundbar però sono uguali, andiamo a vedere le migliori presenti sul mercato.

una soundbar con un iphone davanti
Le migliori soundbar (Cellulari.it)

Sicuramente la migliore della nostra guida è questa LGSQC2 che potete acquistare a occhi chiusi e anche senza andare avanti nella lettura, perché è uno strumento che davvero sfiora la perfezione. Se invece siete smanettoni, amate leggere le informazioni e le caratteristiche dei vari device che andate a comprare potete proseguire e sicuramente non ve ne pentirete.

Soundbar, le migliori

LG SQC2, la migliore

una soundbar
LG SQC2, la migliore soundbar (Amazon) Cellulari.it

È facile capire perché la LG SQC2 è la migliore soundbar presente sul mercato, anche nel rapporto qualità prezzo visto che si porta a casa senza fare un grande investimento. Vi regalerà un audio potente grazie a 300W di potenza totale su 2.1 canali e inoltre in dotazione avrete un subwoofer wireless per rendere la vostra esperienza d’ascolto ancora più coinvolgente. Quest’ultimo vi garantirà bassi extra in grado di amplificare l’audio del vostro smartphone o della vostra televisione come se vi trovaste al cinema.

La connettività di questo dispositivo è estesa perché vi permetterà di azionare diversi dispositivi attraverso ingresso ottico, portable in e anche una porta USB. Con i suoi 95 centimetri di lunghezza e il suo colore nero è un oggetto bello da vedere e in grado di esaltare lo spazio dove verrà collocato.

Vedi su Amazon

Sharp HT-SB107 2.0, l’economica

una soundbar su un mobile davanti a una tv
Migliori soundbar: Sharp HT-SB107 2.0, l’economica (Amazon) Cellulari.it

Se volete spendere un po’ di meno e il vostro budget si aggira attorno ai 50 euro, potete scegliere tra le migliori soundbar sul mercato la Sharp HT-SB107 2.0 Mini che nonostante abbia un prezzo accessibile è un device davvero molto interessante per caratteristiche e qualità del suono. Grazie a una potenza massima di 90W è garantita un’esperienza audio appagante e immersiva che vi farà dimenticare la necessità di amplificatori o quant’altro.

Grazie alle impostazioni dell’equalizzatore preimpostate avrete anche un’opzione aggiuntiva di miglioramento dell’audio che è l’ideale per guardare i vostri film ma anche per ascoltare la vostra musica. In dotazione avrete anche un telecomando in grado di permettervi di controllare tutte le funzioni di questo strumento anche a distanza.

Vedi su Amazon

Samsung HW-Q990C/ZF, la più potente

soundbar
Migliori soundbar: Samsung HW-Q990C/ZF, la più potente (Amazon) Cellulari.it

Se invece amate il suono potente e che vi permetta di vivere l’esperienza di un concerto in casa, scegliete la Samsung HW-Q990C/ZF. Questa è dotata di ben 22 speaker Dolby Atmos wireless con degli effetti sonori davvero incredibili e un collegamento stabile senza effetti di latenza. L’audio è espresso attraverso 11 canali frontali e surround, 1 subwoofer e 4 altoparlanti firing-up che garantiscono un’esperienza audio da cinema con una proiezione dell’audio verso l’alto.

La tecnologia SpaceFit Sound Pro vi garantirà un audio calibrato automaticamente in base allo spazio dove andrete a inserire il device. La funzione Q-Symphony permetterà un’armonia perfetta tra la soundbar e gli altoparlanti del vostro dispositivo principale che sia uno smartphone o una televisione; inoltre è adattabile agli assistenti vocali più importanti in commercio, come Alexa e Google Assistant, cosa che vi permetterà di controllarla da lontano anche solo grazie all’utilizzo della voce.

Vedi su Amazon

Sonos Beam, la meno ingombrante

una soundbar su un mobile davanti alla tv
Migliori soundbar: Sonos Beam, la meno ingombrante (Amazon) Cellulari.it

Chi ha poco spazio e vuole una soundbar di livello può scegliere questa Sonos Beam che della guida è sicuramente la meno ingombrante, ma che non difetta in qualità e funzioni. Tecnici del suono hanno lavorato a lungo a questo strumento ottimizzandolo per enfatizzare il suono della voce umana che provenga da una canzone lanciata col vostro smartphone o da un film proiettato dal vostro televisore.

Semplice da configurare e installare, lo potete fare in pochi minuti, vede già integrati Google Assistant e Amazon Alexa per riprodurre la musica, impostare la sveglia e ricevere risposta a qualsiasi tipo di domanda. In dotazione è disponibile anche un telecomando per comandarla a distanza.

Vedi su Amazon

Come scegliere la migliore soundbar?

Ma come si sceglie la migliore soundbar per smartphone? Se non vi basta aver visto i modelli più performanti sul mercato, vogliamo spiegarvi anche le caratteristiche in base alle quali sceglierli:

  • Tipologia: esistono diverse tipologie di soundbar sul mercato e questa differenza è bene che voi la conosciate. Le attive sono quelle che hanno componenti elettronici integrati al loro interno, come la totalità di quelle che vi abbiamo presentato in guida. Le passive invece obbligano l’utente a ulteriori acquisti per il loro funzionamento anche se a livello tecnico qualcuno le preferisce. Quelle con subwoofer e surround sono presenti anche in guida e hanno la possibilità di gestire anche i bassi con maggiore precisione;
  • Potenza: la potenza si esprime in W e ci spiega qual è l’espressione massima della nostra soundbar a livello sonoro. A volte però non è importante tanto la potenza quanto la qualità dello stesso;
  • Connettività: si possono collegare soundbar al vostro smartphone o alla vostra televisione attraverso diverse tipologie di connettività. Si passa dal wireless al bluetooth fino alla connessione col cavo che è sicuramente quella tecnologicamente più arretrata e più vincolante per motivi di distanze tra i due dispositivi.

Questo testo include collegamenti di affiliazione: in qualità di Affiliati riceviamo un guadagno sugli acquisti effettuati tramite tali link. Vi invitiamo a verificare i prezzi eventualmente indicati nel testo, in quanto potrebbero subire variazioni dopo la messa online.

Impostazioni privacy