Migliori operatori telefonici, tante sorprese: la classifica

Quali sono i migliori operatori telefonici in Italia? Ce lo dice questa classifica, che sta sorprendendo e non poco il pubblico.

Sim
I migliori operatori in Italia, vince Iliad (Pixabay)

Quello degli operatori telefonici è un mercato veramente grande, con tantissime persone coinvolte. E’ necessario infatti avere un grandissimo numero di competenze e di alto livello per comprendere esattamente come muoversi e come soddisfare il cliente. E ovviamente anche qual è il modo migliore per fornire una qualità del segnale di primo livello, che possa soddisfare le esigenze del mercato e spingere delle persone a scegliere la propria offerta. Ecco perché spesso ci si chiede quale sia la miglior offerta possibile, il miglior operatore telefonico al momento sul mercato. Ebbene uno studio tedesco potrebbe in parte dare la risposta che tutti cerano. Parliamo dei dati raccolti dall’Istituto Tedesco Qualità e Finanza di Berlino.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Facebook e il furto di dati, il Garante interviene e spiega quali saranno i pericoli

Individuato il miglior operatore in Italia: la classifica

Iliad
Iliad (Pixabay)

Esaminando la soddisfazione dell’utente per il rapporto qualità-prezzo, da esprimere con un numero da 1 a 5, l’Istituto Tedesco Qualità e Finanza di Berlino ha individuato quelli che sono i migliori operatori telefonici presenti in Italia. Secondo la classifica, l‘operatore numero uno in Italia è Iliad. Segue poi Ho. Mobile, CoopVoce, Fastweb Mobile e Kena Mobile.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Whatsapp, la versione beta per la “migrazione” da Android a iOS

Un dominio di quegli operatori che non hanno una propria infrastruttura di rete, motivo per il quale riescono a creare offerte molto interessanti a prezzi assolutamente vantaggiosi e aggressivi. Sotto, ad inseguire, gli altri grandissimi operatori, che vantano una presenza decennale sul mercato. Al sesto posto, dopo Kena, c’è Tim, quindi Wintre e più in basso Vodafone. Un quadro molto interessante di quello che è l’esigenza dell’utente finale e soprattutto il criterio di soddisfazione scelto.