Lotteria degli scontrini, prima estrazione. Come fare 6 all’enalotto

Countdown per la prima estrazione della Lotteria degli Scontrini, gratuita e collegata al programma Italia Cashless, messa a punto dal Governo per incentivare l’uso di carte di credito/debito/prepagate, bancomat e app connesse a circuiti di pagamento privativi, col fine di modernizzare il Paese e favorire lo sviluppo di un sistema più digitale.

Lotteria degli scontrini (Adobe Stock)
Lotteria degli scontrini (Adobe Stock)

La lotteria degli scontrini è collegata ai normali acquisti cashless, acquisti effettuati senza contanti, utilizzando strumenti di pagamento elettronico. La prima estrazione è prevista per l’11 marzo, dopo le 10. Anche se la (forte) sensazione è che sarà come le estrazioni del lotto.

Lotteria scontrini, le chance di vincere sono 1 su 53 milioni

Scontrini per la lotteria (Adobe Stock)
Scontrini per la lotteria (Adobe Stock)

Secondo il Corsera le chance di essere tra i 10 fortunati che vinceranno i 100 mila euro in palio sono una su 53 milioni, dato che i biglietti validi per la Lotteria degli Scontrini – generati nel mese di febbraio – sono stati 535.209.478, come ha reso noto l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

LEGGI ANCHE >>> Microsoft Exchange, grave attacco hacker: allertato anche Joe Biden

La probabilità di fare 6 al Superenalotto è di 1 su 622.614.630, mentre quella di vincere il premio massimo del gratta e vinci “Turista per sempre” è di 1 su 4.560.000” fa notare Corsera.

LEGGI ANCHE >>> iPhone, bug di Call Recorder esponeva le chiamate registrate online

Secondo i dati forniti dal Mef, oltre quattro milioni di italiani parteciperanno alla Lotteria degli Scontrini, prima estrazione. Per essere uno dei papabili fortunati vincitori, è facile (il difficile viene dopo) i maggiorenni e residenti in Italia devono procurarsi un codice lotteria (generandolo sul sito ufficiale) e mostralo all’esercente al momento di ogni acquisto cashless.

Lo scontrino elettronico regalerà biglietti virtuali per partecipare alla lotteria: un biglietto virtuale per ogni euro speso, fino a un massimo di 1.000 biglietti virtuali per ogni scontrino di importo pari o superiore a 1.000 euro. Se l’importo speso è superiore a un euro, l’eventuale cifra decimale superiore a 49 centesimi produrrà un altro biglietto virtuale.

Detta così, è facile. Il difficile viene innanzitutto nel momento in cui sono ancora tanti i negozianti lontani dall’aver adeguato i loro sistemi di pagamento elettronico agli standard richiesti, come l’aggiornamento del contatore di cassa tanto per dirne una, di fatto impossibilitati a far partecipare i clienti alla Lotteria degli Scontrini di Stato.

Senza contare il bacio della Dea Bendata…