Lg G4, eleganza e prestazioni in stile LG

Arriverà il mese prossimo anche in Italia G4, un nuovo phablet con caratteristiche top e retro in pelle. Dettagli tecnici e prime impressioni dal mercato sull’ultimo nato in casa LG.

Migliora ancora il display, che rimane extra large, da 5,5 pollici, ma con una gamma cromatica più ampia del 20% e una luminosità superiore del 25%. Come spiegato dallo stesso produttore in una nota, “LG G4 è il primo smartphone che utilizza il nuovo schermo IPS Quantum da 5,5 pollici realizzato da LG Display, che offre una gamma cromatica più ampia del 20%, migliora la luminosità del 25% e il contrasto del 50%. È il primo display Quad HD con tecnologia Advanced In-Cell Touch (AIT), che unisce l’LCD e il sensore touch in un unico strato migliorando così la riproduzione dei colori e la sensibilità al tocco; il risultato è una resa dei colori che copre il 98% dello standard DCI (Digital Cinema Initiatives)”.

Il nuovo G4 si basa sull’ultima release Lollipop di Android personalizzata con l’interfaccia proprietaria UX 4.0, che semplifica le operazioni dell’utente adattandosi alle sue esigenze. Il tutto senza dimenticare una caratteristica chiave quando si parla di software: l’intuitività.

In Italia LG G4 arriverà nei negozi a partire dalla prima settimana di giugno al prezzo consigliato di 699,90 euro.

LG crede molto nel valore del suo nuovo top di gamma e si aspetta che il modello possa superare le 10 milioni di unità del predecessore G3, superando quota 12 milioni (circa il 20% in più). Ma tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare. Perché il G4 in Corea, dove sono già partite le vendite, non ha certo goduto della più calda fra le accoglienze.

Nessuna coda stile iPhone per l’ultimo nato in casa LG. Ad influire è stato probabilmente il lancio qualche settimana prima del Galaxy S6, che senz’altro ha portato via un po’ di scena. Ma ci sono poi anche le impressioni del pubblico, in difficoltà nel cogliere differenze sostanziali rispetto al G3.

Insomma, dopo essersi concentrata sull’hardware, LG dovrà ora convogliare gli sforzi sulla promozione. Il rischio è quello di gettare al vento un minuzioso lavoro di aggiornamento tecnico. Un vero peccato, proprio ora che il gap in termini di appeal con la rivale Samsung sembrava colmato. Alla battaglia delle vendite l’ardua sentenza. Se ne vedranno delle belle!

LG ha rinnovato la sua proposta per la fascia alta del mercato mobile con il nuovo G4, successore del G3, phablet che l’anno scorso ha brillato per vendite e riconoscimenti.

“Volevamo offrire ai consumatori un device costruito intorno a loro, che combinasse una ricercatezza sensoriale a tecnologie in grado di assicurare performance elevate. Dal design alla fotocamera, passando per il display e la UX, LG G4 è lo smartphone più ambizioso che abbiamo mai sviluppato”, ha sottolineato Juno Cho, presidente e ceo di LG.

LG G4 combina prestazioni da flagship di razza a un design unico, probabilmente tra i più ricercati al momento in tutto il panorama della telefonia. Il retro del dispositivo è in pelle (ma è disponibile anche una versione alternativa in plastica), mentre sotto la scocca spiccano un potente processore Qualcomm Snapdragon 808 da 1.8 GHz, 3 GB di RAM, 32 GB di storage (espandibile tramite microSD) e una batteria removibile da ben 3000 mAh. La fotocamera posteriore è da 16 Megapixel con sensore CSS (Color Spectrum Sensor), per scatti ancora più realistici grazie al bilanciamento automatico tra i bianchi e il flash (maggiori dettagli nell’infografica).