Le criptovalute presto in arrivo su Amazon? Ecco cosa c’è di vero

Negli ultimi mesi, si è parlato anche della possibilità di vedere le criptovalute su Amazon. Ecco cosa ci sarebbe di vero

In futuro, con molta probabilità le criptovalute entreranno a far parte dell’ecosistema di metodi di pagamento maggiormente utilizzati. Sia su piattaforme specializzate che su siti comuni a livello globale. È per esempio il caso di Amazon, con un’ipotesi legata a questa nuova funzionalità di cui si discute da tempo.

amazon cripto 20220417 cellulari.it
Si torna a parlare della possibilità di introdurre le criptovalute come metodo di pagamento su Amazon. Ne ha parlato il CEO del colosso di e-commerce (Adobe Stock)

Ma cosa c’è di vero? Possiamo aspettarci di poter effettuare acquisti con Bitcoin o Ethereum in tempi brevi? A tal proposito, è intervenuto il CEO dell’azienda Andy Jassy nel corso di un’intervista rilasciata alla CNBC.

Criptovalute su Amazon, le parole del CEO Andy Jassy

amazon cripto 20220417 cellulari.it
Per il momento, non se ne farà nulla. La problematica principale da affrontare per il marchio è l’aumento dei costi di trasporto (Adobe Stock)

Sull’ipotesi criptovalute in arrivo su Amazon, è intervenuto direttamente il CEO dell’azienda Andy Jassy nel corso di un’intervista rilasciata alla CNBC. “Credo che nel tempo le criptovalute diventeranno sempre più grandi. Ma non siamo ancora vicini all’aggiunta di esse come meccanismo di pagamento nella nostra attività di vendita al dettaglio” ha spiegato, aggiungendo poi:Penso che sia possibile lungo il nostro percorso“. Non tanto parlando di cripto in sé, ma di progetti collegati in qualche modo con l’universo degli NFT.

Al momento, però, l’azienda ha altri problemi da affrontare. Uno su tutti, riguardante l’aumento dei costi di trasporto dovuto alla guerra tra Russa e Ucraina. Stando a quanto si legge, Amazon ha introdotto una commissione del 5% sui commercianti USA che utilizzano i suoi servizi di spedizione. Il tutto entrerà in vigore già a partire dal prossimo 28 aprile, con la speranza di poter risalire la china dopo una situazione tutt’altro che semplice. Le tariffe potrebbero allo stesso modo avere ricadute negative sui consumatori finali, che molto probabilmente dovranno fronteggiare aumenti in generale dei costi di trasporto e di consegna. Staremo a vedere cosa succederà nelle prossime settimane. Per ora non sono state rilasciate dichiarazioni ufficiali su questo specifico tema.