Instagram a tutela dei minori: ancor più funzionalità offerte ai genitori

Al fine di tutelare il più possibile gli utenti minori, Instagram ha deciso di fornire strumenti di controllo aggiuntivi ai genitori. Ecco tutto quello che c’è da sapere

Ormai da qualche anno, le varie piattaforme social hanno avviato una vera e propria campagna a tutela degli utenti più piccoli. L’obiettivo è tutelarli il più possibile e tenerli lontani da possibili minacce che possono emergere. Che siano challenge o contatti indesiderati da parte di adulti.

instagram 20220616 cellulari.it
Grossa novità sul fronte Instagram, che punta alla tutela dei minori fornendo ancor più strumenti di controllo ai genitori (Adobe Stock)

E’ anche il caso di Instagram che, proprio nelle scorse ore, ha annunciato l’arrivo di nuove misure di supervisione per i genitori. Così da poter gestire in tutto e per tutto l’attività dei minori iscritti, con un Family Center che diventa completo e ricco di funzionalità extra. E l’obiettivo è di migliorare ancora nei mesi successivi, anche grazie al feedback dei genitori stessi.

Instagram per i genitori, ecco tutte le nuove funzionalità.

instagram 20220616 cellulari.it
Ecco tutti i dettagli sulle aggiunte in arrivo (Unsplash)

Grazie alle ultime aggiunte per il Family Center, i genitori su Instagram avranno la possibilità di impostare per gli account dei figli alcuni strumenti di supervisione, grazie ai quali si potranno decidere i limiti di utilizzo durante certi orari o giorni della settimana. Verranno poi lanciati degli avvisi per i più giovani in determinati paesi, incoraggiandoli a cambiare argomento se si guardano più volte gli stessi nella sezione Esplora.

Una mossa pensata per ridurre al minimo la condivisione di eventuali bufale o challenge. Per ciò che riguarda la realtà aumentata, invece, gli strumenti introdotti permetteranno ai genitori di approvare o rifiutare le richieste di acquisto legate ad applicazioni per Quest. Oltre a questo, si potrà anche decidere di bloccare app inappropriate per gli utenti più piccoli. Infine, c’è il tool per impedire ai minori di accedere a contenuti di realtà virtuale tramite pc, bloccando così le funzioni Link e AirLink. Ancora non è chiaro quando avverrà il rollout a livello globale, ma tutto lascia pensare che sarà questione di settimane. Anche in Italia e nel resto dell’Unione Europea.