Bonus condizionatori e zanzariere: cosa sapere

I bonus dell’estate previsti dal governo per gli italiani che devono fronteggiare le spese relative all’acquisto di condizionatori, zanzariere e tende da sole

Dai condizionatori alle zanzariere, passando per le tende da sole. Il governo ha messo in moto la macchina degli incentivi per sostenere parte delle spese relative all’acquisto di tre prodotti particolarmente gettonati durante il periodo estivo.

Caldo (Adobe Stock)
Caldo (Adobe Stock)

Per beneficiare degli incentivi sarà necessario rispettare alcune condizioni che vedremo appresso, ad incominciare da pagamenti tracciabili. Partiamo innanzitutto da una conferma: anche quest’anno sarà possibile sfruttare il bonus condizionatori, che prevede una detrazione futura dal 50 al 65% riconosciuta a favore dei consumatori che vogliono acquistare un nuovo condizionatore o sostituire il vecchio impianto.

In particolare, si potrà richiedere una detrazione fiscale pari al 50% per l’acquisto di un nuovo condizione a pompa di calore qualora si stia effettuando un intervento di manutenzione straordinaria in casa e si stia beneficiando del bonus ristrutturazione. Viceversa, la detrazione al 65% è prevista per i lavori di riqualificazione energetica, applicabile anche se si sostituisce un impianto appartenente a una classe energetica inferiore: l’importo massimo detraibile è in questo caso di 46.154 euro.

Il bonus sarà erogato come rimborso IRPEF oppure come sconto immediato in fattura.

Passiamo al bonus delle tende da sole, anche in questo caso ripreso dalla precedente manovra del 2020. Si tratta di un incentivo accessibile fino al 31 dicembre 2022 che offre la possibilità di detrarre il 50% delle spese sostenute per gli interventi fino a 60mila euro. L’incentivo è richiedibile da coloro che sostengono spese di riqualificazione energetica e i proprietari di singole unità immobiliari residenziali o di parti comuni di condomini. La detrazione IRPEF è applicabile in dieci anni, oppure tramite sconto in fattura.

Bonus zanzariere

Infine, la novità delle zanzariere, con incentivi che riguardano anche quelle con schermature isolanti. Si potrà beneficiare di una detrazione fiscale del 50% per spese massimo di 60 mila euro. Il bonus zanzariere è previsto sia nell’ecobonus, giacché inserito nell’agevolazione tende da sole, che nel superbonus 110%: in quest’ultimo caso la spesa dovrà rientrare in correlazione a un altro intervento principale di isolamento termico o per la messa in sicurezza dal rischio sismico.

Per beneficiare del bonus, le zanzariere devono soddisfare alcuni requisiti, tra cui marchiatura Ce, valore Gtot inferiore a 0,35 certificato ed essere applicate a protezione di vetrate e all’esterno, interno della finestra oppure integrata nell’infisso. Sono escluse quindi quelle mobili o magnetiche.

L’erogazione dei bonus sopra richiamati è inoltre subordinata ad alcuni requisiti: bonifico per agevolazione fiscale, con l’indicazione di tutti gli elementi tra cui anche la legge di riferimento e il numero di fattura. La domanda va fatta all’Enea entro 90 giorni dalla conclusione dei lavori o dal collaudo, con l’indicazione dei dati relativi all’intervento.