Google cambia Youtube: i servizi gratuiti che resteranno a disposizione degli utenti

Google prepara la rivoluzione. Da Mountain View hanno deciso una svolta epocale per quanto riguarda Youtube Music: gratuitamente per molti, ma non per tutti.

Youtube (Adobe Stock)
Youtube (Adobe Stock)

A partire dal 3 novembre, infatti, il servizio di streaming musicale sviluppato da YouTube ormai sei anni fa, con la sua interfaccia personalizzata, video in base ai generi, playlist e consigli, diventerà solo audio e non sarà più in grado di riprodurre video per gli ascoltatori gratuiti.

La modifica verrà inizialmente implementata per gli utenti in Canada a partire, appunto, dal 3 novembre, insieme alla prevista funzione di riproduzione in background per gli utenti che non si sono abbonati a YouTube Premium o YouTube Music Premium. Tuttavia, non porterà alcun aggiornamento agli abbonati a YouTube Premium poiché continueranno a essere in grado di guardare i video sull’app YouTube Music.

I video su YouTube Music diventeranno esclusivi per gli abbonati a YouTube Premium

Youtube Music
Youtube Music

La notizia è ufficiale, lo ha detto direttamente e chiaramente Big G attraverso un post molto dettagliato sui suoi forum della community. I video su YouTube Music, quindi, diventeranno esclusivi per gli abbonati a YouTube Premium, gli utenti non potranno più guardarli in maniera gratuita, né ricevere alcune funzionalità, tra cui la selezione di musica su richiesta e salti illimitati, almeno fin quando non avranno deciso di sottoscrivere un abbonamento Premium, a pagamento.

LEGGI ANCHE >>> Microsoft da tripla cifra: tutti i nuovi giochi abilitati al touch

Con Music Premium si può ascoltare musica offline, senza annunci e in background: il primo mese lo offre proprio Google, poi arriva l’abbonamento da 9,99 euro al mese. “Ti invieremo un promemoria 7 giorni prima del termine della prova – si legge sul portale – fatturazione periodica, si può annullare in qualsiasi momento”. Non è previsto il rimborso dei pagamenti per periodi di fatturazione parziali, prezzo comprensiva di IVA, diritto di recesso entro 14 giorni dal periodo di prova. Bisogna essere, naturalmente, maggiorenne per acquistare Youtube Premium.

LEGGI ANCHE >>> Altro che banda larga o navigare fino a un gigabit. “Milioni di italiani hanno problemi con internet”

Si cambia, dunque. Anche se YouTube Music continuerà a consentire agli utenti gratuiti di accedere a mix di stati d’animo dedicati per attività, vedi l’allenamento e il pendolarismo, la possibilità di esplorare milioni di brani e migliaia di playlist, insieme agli annunci. Gli ascoltatori liberi che hanno caricato i brani su YouTube musica continueranno, comunque, a svolgere i loro on demand, come ha detto stabilito sempre Google sul forum della community.

Le modifiche al livello gratuito di YouTube Music avverranno insieme alla riproduzione in background, che è stata annunciata per la prima volta all’inizio di questo mese e arriverà sempre il 3 novembre. L’aggiornamento è anche noto come una prima mossa per il Canada, anche se YouTube deve ancora rivelare i suoi “piani di espansione globale”. Ciò significa che la rivoluzione parte dal Canada.