Facebook, Instagram e WhatsApp down: questo piccolo problema ha causato lo storico blackout

Il più grande blackout della storia di internet. Nella serata di ieri, Facebook e i suoi “fratelli” Instagram e WhatsApp sono andati in down per questo piccolo problema

facebook
Facebook completamente in down per ore. Ecco le cause del problema (Adobe Stock)

Intorno alle ore 17:30, l’inizio della “fine”. Un blackout che si pensava sarebbe durato alcuni minuti, come già successo in passato. Ma poi le ore sono iniziate a passare, e gli utenti in rete hanno iniziato a pensare al peggio. Facebook, Instagram e WhatsApp completamente fuori uso, con il più grande ‘internet shutdown’ della storia che ha tenuto tutti col fiato sospeso.

Inutile dire che Twitter e Telegram – i due social sopravvissuti – sono stati sommersi da un traffico d’utenza mai visto prima. Il social per ‘cinguettare’ ha addirittura raggiunto il suo picco più alto della storia, con miliardi di persone connesse. Ma cosa ha causato tutto ciò? Partiamo dal presupposto che non c’è stato nessun complotto. In realtà, il problema è piuttosto banale.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Bufera su Facebook dopo le dichiarazioni di una ex dipendente: cosa starebbe permettendo Mark Zuckerberg sui social

Cosa ha causato il down di Facebook, Instagram e WhatsApp

Facebook spionaggio
Per risolvere il problema, ci sono volute parecchie ore (Unsplash)

Intorno alle ore 15:39 UTC, qualcuno ha fatto un aggiornamento agli indirizzi del Border Gateway Protocol di Facebook. Una procedura normale, che però ha subito un intoppo inaspettato. L’intera mappa di routing del social network è infatti sparita. Il BGP è una sorta di protocollo di istradamento che definisce la rete di collegamento di tutti i sistemi, senza la quale non è possibile sapere a quali server è destinata una specifica chiamata.I team di ingegneri hanno rilevato alcune modifiche alla configurazione, con danni che hanno interrotto la comunicazione. Tutto ciò ha avuto un effetto a cascata sul modo in cui i data center comunicato. La causa è stata un cambiamento di configurazione difettoso” ha scritto il CTO di Facebook Santosh Janardhan.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Xiaomi vuole continuare a stupire con due smartphone con caratteristiche all’avanguardia

Ma per quale motivo ci è voluto tutto questo tempo per risolvere un problema così banale? Semplice: chi lavora in Facebook utilizza il social network ed è dipendente da esso. I badge dei dipendenti erano fuori uso proprio perché l’intero network era inaccessibile. Per risolvere il problema, paradossalmente serviva proprio Facebook. Nessuno ha ancora spiegato in che modo siano riusciti a risolvere il tutto, ma è chiaro che l’evento passerà alla storia come uno dei più grandi disastri di sempre.