Ennesima truffa su WhatsApp: promesso un buono da 500 euro di Esselunga

Ancora truffe su WhatsApp. Questa volta, il tema centrale è un buono sconto da 500 euro che si può utilizzare da Esselunga

truffa whatsapp
Ennesima truffa su WhatsApp, questa volta riguardante un buono Esselunga (Pixabay)

Ormai è diventata un’abitudine. WhatsApp è diventato uno degli strumenti più potenti per i malintenzionati, che hanno come obiettivo quello di far diventare virali truffe. Sono ancora diversi gli utenti che purtroppo ci cascano, nonostante i continui allarmi e avvisi che vengono lanciati in rete costantemente.

L’ultima di queste campagne phishing riguarda Esselunga e, nello specifico, un buono da 500 euro utilizzabile per fare la spesa. Chiaramente non c’è nessuna iniziativa di questo tipo lanciata ufficialmente dalla catena di supermercati, ma si tratta di un’ingegnoso tentativo di truffa che sta mietendo diverse vittime in giro per l’Italia.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Allarme in UE, chiavi di generazione dei Green Pass rubate e condivise sul Dark Web

WhatsApp, truffa buono da 500 euro di Esselunga: i dettagli

Truffe WhatsApp
Non cliccate su link sospetti e informarsi in rete prima di acconsentire al trattamento dei dati (AdobeStock)

Come già raccontato in passato, le truffe su WhatsApp hanno un modus operandi piuttosto comune. Viene inviato un avviso ad utenti ignari nel quale si parla di un buono spesa del valore di 500 euro da spendere presso uno dei tanti supermercati di Esselunga. Per la riscossione dello stesso, bisogna cliccare su un link che rimanda ad un sito esterno. Qui vanno inseriti i propri dati personali e le credenziali bancarie. Non bisogna farlo per nessun motivo al mondo, in quanto vengono date informazioni molto importanti ad hacker e cybercriminali.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Volevo un iPhone 12, dalla scatola è uscito un portasapone e una moneta da 5 rupie. L’increscioso episodio su Amazon

In Italia, sono già moltissime le persone ad aver ricevuto l’iniziativa falsa. Cliccandoci sopra, si rischia di perdere ogni euro sul proprio conto personale. Ma non solo. Dare i propri dati personali in mano ad altre persone potrebbe rendervi vittime di altre campagne di phishing, di furto d’identità e così via. In generale, è sempre bene diffidare da messaggi di questo tipo ricevuti su WhatsApp. Catene come Esselunga non avvisano mai i propri clienti di iniziative tramite la piattaforma di messaggistica, ma sfruttano altri canali di comunicazione.