eCommerce in Italia supera 16 miliardi di fatturato e 11 milioni di clienti

L'ecommerce italiano continua a crescere e rappresenta uno dei pochi trend in crescita in Italia. I dati, rilevati dall'Osservatorio eCommerce B2c del Politecnico di Milano, riflettono dati simili raccolti da altri soggetti.
Le vendite onl

L’e-commerce italiano continua a crescere e rappresenta uno dei pochi trend in crescita in Italia. I dati, rilevati dall’Osservatorio e-Commerce B2c del Politecnico di Milano, riflettono dati simili raccolti da altri soggetti.

Le vendite online, con anno conteggiato da settembre a settembre, chiude con 16,6 miliardi di fatturato complessivo, in crescita del 16% rispetto al 2014. Il fatturato è cresciuto di 2,2 miliardi di euro, soprattutto grazie al turismo.

Gli acquirenti italiani sono stati 11,1 milioni, ai quali si dovrebbero aggiungere circa 5 milioni di clienti stranieri, portando cosi a 16 milioni la platea degli shopping addict.

In termini di percentuale, siamo intorno al 4% delle vendite complessive considerando quelle effettuate offline, una percentuale molto distante dalla media europea che gira sulla doppia cifra.

Tra i problemi dello scarso sviluppo, una minore conoscenza e fiducia sullo strumento web cosi come la scarsa diffusione di carte di credito.

Rispetto al 2014, sono cresciute le transazioni da cellulare che oggi equivalgono al 10% del totale; 21% se si aggiungono anche le transazioni da tablet Pc.

Scendendo nello specifico, troviamo il turismo a trainare per volume di fatturato, con una crescita del 14%, un dato molto positivo se consideriamo che è comunque un segmento molto maturo in Italia.

Le vendite hi-tech tornano a crescere, con una crescita del 21% cosi come hanno beneficiato di un bel balzo in avanti settori meno evoluti come quello del fashion, che incassa un +19% anche grazie a colossi del calibro di Zalando e il settore dell’editoria che torna a crescere in maniera importante, complice il boom di lettori digitali e la vendita di libri scolastici, in forte crescita.

La crescita positiva riguarda anche altri settori come quello della cosmetica e del food anche se ad oggi incide poco per volume di affari. Tutti gli altri settori, esclusi quelli citati nel paragrafo precedente, valgono appena, si fa per dire, 1 miliardo di fatturato.