È allarme attacchi hacker in Italia: numeri impressionanti negli ultimi sei mesi

Stando alle ultime rilevazioni di Kaspersky, negli ultimi sei mesi gli attacco hacker in Italia hanno superato quota 3,6 milioni. I numeri impressionanti

hacker italia
Boom di attacchi hacker in Italia, gli ultimi dati di Kaspersky (Pixabay)

Negli ultimi anni, gli attacchi hacker in tutto il mondo hanno subito un’accelerata con ben pochi precedenti. Le principali aziende e i colossi di cybersecurity stanno facendo il possibile per alzare gli scudi e minare i tentativi di intrusione da parte di malintenzionati. Le ultime rilevazioni di Kaspersky non fanno altro che confermare questo trend negativo anche in Italia.

Nel primo semestre del 2021, gli attacchi hacker hanno superato quota 3,6 milioni solo in Italia. Si tratta di un boom pari al 93% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, quando le intrusioni raggiunsero quota 1,9 milioni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Digitale Terrestre, switch: un’amara constatazione. Le nuove date regione per regione

Attacchi hacker in Italia, i dati allarmanti di Kaspersky

LinkedIn attacco hacker
Si parla di un boom pari al +93% rispetto all’ultimo semestre del 2020 (PixaBay)

1,5 miliardi di attacchi hacker indirizzati a dispositivi IoT, 3,6 milioni solo in Italia: Kaspersky lancia l’allarme, con dati piuttosto eloquenti. Secondo quanto si legge nell’analisi, c’è una tendenza costante all’aumento del numero di intrusioni. Nel primo semestre del 2021 si è arrivati a 1.515.714.259, mentre nei sei mesi precedenti si parlava di 639.155.942. I cybercriminali prendono di mira i dispositivi IoT e tengono i loro toolset sempre aggiornati. “Da quanto i dispositivi come smartwatch e accessori smart per la casa sono diventati parte essenziali della nostra vita quotidiana, i cybercriminali hanno spostato la loro attenzione in quest’area” ha spiegato Dan Demeter, security expert di Kaspersky.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> BrakTooth, cos’è la nuova pericolosa vulnerabilità al Bluetooth che interessa tantissimi dispositivi

Abbiamo notato che i tentativi di intrusione si sono intensificati soprattutto con l’aumento dell’interesse degli utenti verso questo tipo di dispositivi. Le persone credono di non essere importanti abbastanza per essere colpiti da un attacco hacker, ma nell’ultimo anno c’è stato n grande aumento di attacchi proprio verso questi dispositivi” ha poi continuato Demeter: “La maggior parte delle intrusioni si può prevenire, ed è per questo motivo che consigliamo ai possessori di smart home di installare una soluzione di sicurezza affidabile, che possa aiutarli a proteggersi al meglio“.