Cosa ci fa un iPhone 13 con sistema operativo HarmonyOS?

Sullo store asiatico JD.com appare un clone di iPhone 13 alimentato nientepopodimeno ché dal sistema operativo HarmonyOS di Huawei

Il titolo è volutamente provocatorio, anche perché non esiste alcun iPhone 13 animato dal sistema operativo con cui Huawei sta tentando la riscossa nell’industria mobile dopo lo “spintone” (eufemismo) del governo USA. Almeno non ufficialmente. Eppure, sullo sfondo (ma potremmo anche dire nei meandri) del mercato degli smartphone è possibile rinvenire un device che strizza l’occhio (anche qui, eufemismo bis) all’ultimo “melafonino”, ma con la particolarità legata al software: non c’è iOS (e mai potrebbe esserci considerato che tale sistema operativo costituisce una esclusiva di Apple), ma HarmonyOS di Huawei.

iPhone 13 clone HarmonyOS
Il clone di iPhone 13 con HarmonyOS (Screenshot JD.com)

Cos’è successo per davvero? In realtà non c’è alcun trucco, ma una mossa adottata in Cina dall’azienda Gionee, brand probabilmente poco conosciuto dalle nostre latitudini ma che può fregiarsi di un record: è il primo sodalizio ad aver portato il sistema operativo di Huawei al di fuori dei dispositivi realizzati dal colosso di Shenzhen. E quale migliore occasione se non rifarsi a uno smartphone decisamente iconico, quale è per l’appunto l’iPhone 13 di Apple?

Dall’incrocio tra Apple e Huawei nasce così Gionee G13 Pro: dal primo riprende (pesantemente, aggiungeremmo noi) l’estetica, dal secondo il software. Uno smartphone unico nel suo genere (almeno in senso lato) e che di fatto passerà nel dimenticatoio del mercato mobile del Vecchio Continente, in ragione della sua esclusiva legata al segmento cinese.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> INPS, prestate attenzione alle truffe telefoniche: rubano i dati bancari

iPhone 13 clone, non è la prima volta. Ma con HarmonyOS sì

iPhone 13 clone HarmonyOS
Non è infrequente imbattersi in cloni di iPhone, ma quello di cui in oggetto è il primo in assoluto ad essere animato da HarmonyOS (Screenshot JD.com)

Volendo, Gionee G13 Pro è uno smartphone particolare: ha un inedito pulsante rosso sul dorsale destro (lo abbiamo visto anche su diversi Huawei), incastonato in una estetica che riprende pedissequamente le linee dell’iPhone 13, ivi incluso l’arrangiamento del comparto fotografico posteriore. Costa una miseria (l’equivalente di 74 euro al cambio, dato il listino di appena 529 yuan) e sarà disponibile sullo store JD.com nei tagli di memoria da 32 e 128 gigabyte.

LEGGI ANCHE >>> Apple Watch, tutte le offerte a tempo di Unieuro. E c’è pure un accessorio imperdibile

Lo smartphone si appoggerà ovviamente ai Huawei Mobile Services (HWS), il che significa che non ci sarà il Play Store e né tantomeno le app Google. Sotto il “cofano” batterà un processore “Unisoc tiger T310”, implementato sotto allo schermo da 6,26 pollici con rapporto schermo-corpo del 90,30%. Completano il quadro una batteria da 3.500 mAh e una fotocamera principale da 13 megapixel.