Coppa Italia sponsorizzata da Crypto, prima nella storia

La Coppa Italia sarà sponsorizzata da Crypto.com, sito in cui è possibile acquistare, vendere e scambiare criptovalute. 

Coppa Italia con Crypto
Coppa Italia con Crypto

Nel caso in cui vi fossero ulteriori dubbi sul mondo in ascesa delle criptovalute arriva oggi un incredibile accordo che lega questo tipo di mercato alla Coppa Italia. Infatti, con un annuncio assolutamente a sorpresa, la Lega Calcio italiana ha comunicato di aver raggiunto un accordo di partnership con il noto portale di compravendita di criptovalute. Per il momento, si legge nel comunicato ufficiale, questo accordo prevede una sponsorizzazione soltanto per l’imminente finale di Coppa Italia, che sarà il prossimo 19 maggio al Mapei Stadium di Reggio Emilia tra l’Atalanta di Gasperini e la Juventus di Pirlo. In quell’occasione il logo Crypto.com sarà esposto ovunque, essendo partenr ufficiale della competizione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Los Angeles, le cuffie di Urbanista dalla ricarica infinita: quando usciranno

Criptomonete nella finale di Coppa Italia: accordo raggiunto

Non solo, come si legge nel comunicato ufficiale rilasciato dalla Lega, questo potrebbe essere solo l’inizio di una nuova collaborazione che potrebbe anche rinnovarsi per la prossima stagione magari. Per festeggiare l’evento, si legge, saranno anche prodotti degli NFT, ovvero dei Non-Fungible Token con gli highlights della serata, con il trofeo della serata e anche con tanti altri dettagli della partita. un modo per incastonare per sempre questa gara nel circuito delle criptomonete e rendere questa finale di Coppa Italia 2020-2021 a dir poco spettacolare.

 

Bitcoin
Coppa Italia sponsorizzata da cripto (Pixabay)

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> LG Oled TV disponibili con una super promo: rimborsi fino a 1000 euro

Chissà che con questa mossa di sponsorizzazione nel mondo del calcio, che ripetiamo è al momento la prima nella storia, il complesso mondo delle criptomonete non possa espandersi ulteriormente, chiamando a sé nuovi e interessanti investitori. Ma anche persone comuni, che magari non hanno mai sentito parlare delle cripto, del Bitcoin ecc, che quindi decidono improvvisamente di provare ad investire. Di certo questa sposnorizzazione non farà che aumentare ulteriormente l’interesse attorno a questa kermesse sportiva.