Connessione in aereo: la cifra è folle, sarete costretti a pagare per averla

Avere accesso alla connessione internet in aereo è una realtà imminente, ma dovremo pagarla? A quanto pare sì, e il suo costo non sarà per nulla irrilevante.

Ogni tecnologia riesce a raggiungere un nuovo grado di perfezione, al di là dei problemi che ci possono essere all’inizio o  quanto tempo sia necessario far passare prima di vedere dei risultati effettivi. Rimanere delusi in questi casi è davvero difficile, per questo suggeriamo sempre di attendere con pazienza ed aspettare maggiori delucidazioni dall’azienda che si è occupata dello sviluppo.

connessione in aereo 1
La copertura è più che espansa ora – Cellulari.it

E che sia un robot, un algoritmo o un dispositivo elettronico, come è facilmente intuibile, non ha alcuna importanza. Tutti questi sviluppi hanno degli elementi simili tra loro e che li accomunano, ovvero che è molto importante attendere diverso tempo prima di entrare al corrente di alcune informazioni più che interessanti per quel che ci riguarda. In ogni caso otteniamo qualcosa a nostro vantaggio.

Internet sull’aereo disponibile, ma sarà così per sempre?

Il nostro discorso vale anche per le connessioni di rete, le quali sono tanto ricercate quanto essenziali da avere al giorno d’oggi. Le tecnologie in merito riescono ad ottenere una miriade di progressi in poco tempo, arrivando a toccare dei traguardi che in precedenza pensavamo fossero impossibili da raggiungere. Parliamo della connessione internet sugli aerei di linea: cosa cambierà?

connessione in aereo 2
Quanti di noi hanno desiderato la connessione in aereo? – Cellulari.it

Tempo addietro abbiamo trattato un argomento più che particolare, ovvero quello che attestava l’utilizzo del 5G in aereo da parte della Commissione Europea. Dopo tantissimo tempo ha deciso di fare un passo avanti, autorizzando l’uso della connessione internet sugli aerei.

Ora le regole sono state aggiornate ancora di più per quanto riguarda l’utilizzo dello spettro radio per le comunicazioni sui dispositivi mobili in volo, indicando quali sono le frequenze che si possono utilizzare per connettersi con il 5G nel momento in cui si viaggia in uno dei mezzi di trasporto disponibili via cielo.

Non è casuale questo cambiamento, perché dato che venga utilizzata la MCA, acronimo di Mobile Communications on-board Aircraft, gli aerei dovranno essere configurati a questa frequenza in maniera tale da poter permettere agli smartphone di connettersi senza problemi.

Tuttavia, questo comporterà l’instaurazione di alcuni abbonamenti mensili per quanto riguarda l’uso di quella specifica connessione di rete. Vodafone e gli altri gestori telefonici si stanno già preparando al loro lancio, e non è da escludere che in futuro diventino delle offerte molto comuni da considerare. Voi la comprereste?