Candy Crush: Activision Blizzard sgancia 5.9 miliardi di dollari per acquisizione

Activision Blizzard fa shopping di caramelle, augurando alla società di non passare un Natale molto indigesto. La società americana specializzata in videogames ha infatti acquisito l'italo tedesca King Digital Entertainment, divenu

Activision Blizzard fa shopping di caramelle, augurando alla società di non passare un Natale molto indigesto. La società americana specializzata in videogames ha infatti acquisito l’italo tedesca King Digital Entertainment, divenuta famosa per Candy Crush Saga, per la bellezza di 5,9 miliardi di dollari.

La società tedesca ma di creazione italiana in quanto fondata da Riccardo Zacconi, attuale CEO, è una delle poche realtà simili quotate in borsa ed è diventata famosa per una serie di giochi tra i quali Candy Crush, Pet Rescue e Farm Hero.

Anche se la società è stata fondata nel 2003, ha ottenuto i primi grandi successi solo qualche anno più tardi proprio con il primo gioco di abilità Candy Crush, gioco disponibile su iOS e Android in modalità fremium con 500 milioni di giocatori in 196 paesi.

Il modello di business applicato è stato in qualche modo apri pista ad una lunga serie di giochi. L’applicazione è gratuita ma è possibile acquistare direttamente dal gioco, bonus di vario genere per facilitare il passaggio dei livelli oppure per facilitare il gioco stesso.

Grazie agli acquisti in-app, migliaia di giochi sono diventati una vera e propria fonte di reddito per i loro creatori.

Da parte sua, il colosso Activision Blizzard sa bene che la sfida dei prossimi anni si sposterà da pc e console agli smartphone. Di recente la giapponese Sega ha annunciato un piano per portare i propri giochi su smartphone.