Bonus auto elettriche: la mossa potrebbe stravolgere il mercato

Con l’aumento del prezzo del carburante che sta scuotendo il mercato globale, sia a livello energetico sia nel mero settore automobilistico, il nuovo bonus dedicato all’acquisto delle auto elettriche sembra a dir poco una vera manna dal cielo.

Il bonus in questione è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale ed introduce una serie di incentivi extra per le famiglie con reddito Isee fino a 30 mila euro ed è anche riservato alle società di noleggio auto e contributo pari alla cifra dell’80% per l’installazione di punti di ricarica nelle strutture private, che siano condomini, uffici, box, cortili.

Bonus auto elettrica - Cellulari.it 20221008
Bonus auto elettrica – Cellulari.it

Ecco fatto il paio: le auto elettriche stanno costituendo la vera novità del mercato automobilistico degli ultimi anni. Vuoi perché Elon Musk lo ha reso appetibile solo per il modo in cui pubblicizza le sue Tesla, vuoi perché le auto elettriche hanno sempre più autonomia e quindi sono più appetibile, fatto sta che anche il Governo ha deciso di metterci attenzione.

Auto elettriche: ecco il bonus dedicato

Il primo argomento trattato dal provvedimento che è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale, riguarda le auto elettriche. Chi si presenta in concessionaria con un Isee non superiore ai 30 mila euro per acquistare un’auto  ha già diritto ad uno sconto maggiore sul prezzo di un’auto elettrica o plug-in hybrid. Per questi acquisti infatti sono stati stanziati fondi pari a 164 milioni per le auto elettriche e oltre 192 milioni per le plug-in.

Wallbox - Cellulari.it 20221008
Wallbox – Cellulari.it

Si alza dunque del 50% l’incentivo per l’acquisto di una automobile con emissioni da 0 a 20 g di CO2/km e da 21 a 60 g di CO2/km. Tradotto in cifre, il contributo sale da un minimo di 4.500 ad un massimo di 7.500 per l’elettrico puro e da 3.000 a 6.000 euro per le vetture ibride plug-in.

Anche le società di noleggio auto sono incluse in questi incentivi, che però sono stati ridotti del 50% e spetteranno anche alle “persone giuridiche che noleggiano le autovetture purché ne mantengano la proprietà almeno per 12 mesi”.

Ma se il settore dell’elettrico è in ascesa è anche normale parlare di Wallbox e Colonnine di ricarica condominiali: per questo tipo di dispositivi è previsto un contributo pari all’80 per cento per l’acquisto e la posa in opera delle infrastrutture. A livello personale il limite massimo è di 1.500 euro a persona, mentre per tutto il condominio si parla di 8.000 euro totali.

Per questa compagine di dispositivi, ossia i sistemi di ricarica, il Governo ha messo in campo la somma di 40 milioni di euro che sono stati presi dal fondo ecobonus in egual misura per 20 milioni ciascuna per auto elettriche e ibride plug-in. Le risorse passano così da 220 a 200 milioni e da 225 a 205.

Impostazioni privacy