Bonus 200 euro: la falla di cui nessuno si è accorto, smettete subito di richiederlo

Il Bonus 200 euro per le partite IVA è finalmente disponibile. Ma bisogna stare molto attenti, perché c’è una falla della quale in pochi si erano accorti. È bene aspettare a richiederlo, ecco il motivo

Ancor più bonus disponibili per i cittadini italiani. Da ormai diverso tempo, il governo sta mettendo a disposizione dei residenti su suolo italiano alcuni incentivi ed agevolazioni utili a superare il periodo di crisi economica e accedere a vari servizi.

bonus 200 euro 20220926 cellulari.it
È finalmente possibile per le partite IVA richiedere il bonus 200 euro sul sito dell’INPS. Ma c’è una falla non da poco appena riscontrata (Adobe Stock)

A questi se n’è da poco aggiunto un altro, con le richieste che sono state appena aperte. Stiamo parlando del bonus 200 euro, rivolto ai liberi professionisti e ai lavoratori autonomi. Nello specifico, tutti coloro che dispongono di una partita IVA potranno richiedere un indennizzo forgfettario corrisposto dallo Stato. Come previsto dal decreto Aiuti del governo Draghi.

Bonus 200 euro, occhio a non richiederlo ora perché c’è un problema

Com’era lecito aspettarsi, le richieste arrivate dalle prime ore di questa mattina sono state migliaia. Per il bonus 200 euro, bisogna collegarsi sul sito dell’INPS e compilare i vari moduli per richiedere l’indennizzo. Ma anche questa volta, il tutto è andato in down per un sovraccarico di richieste di accesso. E come al solito gli utenti si sono riversati su Twitter per lamentarsi e per chiedere maggiori spiegazioni su quanto stesse accadendo. C’è chi semplicemente chiede ad altre persone come hanno fatto ad accedere, e chi già grida allo scandalo.

bonus 200 euro 20220926 cellulari.it
Il sito risulta attualmente essere offline, ecco cosa bisogna fare (Adobe Stock)

Ad alcuni non dà la possibilità di cliccare sull’opportunità di richiesta dal menu a tendina, per altri non c’è proprio la pagina. Senza dimenticare coloro ai quali la pagina risulta direttamente offline, senza la possibilità nemmeno di visualizzare la homepage. Non il migliore degli inizi per tutti coloro che erano già pronti a richiedere il bonus tramite il proprio SPID personale.

Per ora, il consiglio è di aspettare che il sito torni a funzionare normalmente prima di procedere con la richiesta. Vi ricordiamo che il bonus può essere richiesto da tutti coloro che hanno una Partita Iva attiva e hanno un reddito inferiore a 35mila euro. Se ancora oggi continuerà a dare problemi, potrebbe essere necessario dover attendere fino a domani o ai giorni successivi. Quando il portale tornerà a funzionare come dovrebbe.