Auto che si aprono e accendono da sole: è allarme vulnerabilità per un noto marchio

Stando a quanto scoperto da alcuni ricercatori, una grave vulnerabilità permetterebbe a malintenzionati di aprire e far muovere le auto di un noto marchio 

Il problema legato alla cybersicurezza sta continuando a far parlare. Non solo per quanto riguarda la presenza di malware o la diffusione di phishing. C’è molto altro che sta andando a colpire un numero sempre maggiore di settori. Anche quello delle automobili.

falla auto 20220329 cellulari.it
Scoperta una pericolosa falla su alcuni modelli di auto Honda (Adobe Stock)

Secondo quanto riferito da una coppia di ricercatori, infatti, esisterebbe una vulnerabilità che permetterebbe a malintenzionati di controllare le auto di un marchio molto noto: stiamo parlando di Honda. La falla è stata identificata come CVE-2022-27524 e permetterebbe sia di aprire che di far muovere un veicolo. Tutto in wireless, senza dover dunque forzare serrature o rubare chiavi.

Auto Honda presentano una grave falla: tutti i dettagli

Sono addirittura già emerse alcuni video che testimoniano quello che potrebbe succedere a causa della falla CVE-2022-27524 individuata nei sistemi Honda. In parole povere, viene intercettato il segnale di radiofrequenza trasmesso dalla chiave del proprietario del veicolo. Dopo aver fatto ciò, i cybercriminali potrebbero procedere con manipolazioni varie e simulazioni vere e proprie, grazie ad un sistema realizzato ad hoc.

Ma in che modo nel concreto eventuali malintenzionati potrebbero agire? Innanzitutto aprendo in automatico l’automobile, sfruttando un sistema wireless. E poi facendo avviare il motore, così che da allontanare il veicolo senza disturbi e non dando nell’occhio.

I modelli interessati sarebbero quelli prodotti tra il 2016 e il 2020 dalla linea Civic: LX, EX, EX-L, Touring, Si, Type R. Non è comunque la prima volta che vengono scoperte falle ai sistemi di questo tipo. Due anni fa gli stessi ricercatori ne avevano trovata una molto simile, sempre su automobili prodotte da Honda a marchio Arcuri. “In questo momento, sembra che i dispositivi funzionino solo alle estreme vicinanze o a ridosso dei veicoli bersaglio, richiedendo la ricezione locale dei segnali audio trasmessi dal proprietario del veicolo all’apertura o all’accensione. Honda non ha pianificato un aggiornamento dei veicoli più datati” ha spiegato un portavoce alla redazione di BleepingComputer.