Apple cambia strategia e si dà all’ibrido iPad-iMac?

Tim Cook ha sempre storto il naso quando gli si chiedeva cosa ne pensava di quei dispositivi un po’ così, un po’ cosà. Chissà che dopo tante critiche, il CEO di Apple non seguirà la strada, tanto per citare un esempio, di Microsoft con il suo Surface Pro: un po’ PC un po’ tablet.

Apple 20220506 cell
Apple – Adobe Stock

Così potrebbe essere spiegato un brevetto di Apple per un accessorio iPad con tastiera incernierata di nuova generazione, con più modalità, che potrebbero raddoppiare come dispositivo ibrido: un po’ iPad, un po’ iMac.
Fatto sta che l’Ufficio brevetti e marchi degli Stati Uniti ha ufficialmente concesso ad Apple un brevetto relativo a un nuovo accessorio per tastiera incernierata per iPad che offre molteplici modalità di installazione, le quali potrebbero offrire una flessibilità superiore per gli utenti.

Il brevetto non esclude a priori questa nuova possibilità

Apple 20220506 cell 2
Apple – Adobe Stock

Una cifra in particolare sui brevetti suggerirebbe fortemente che l’iPad potrebbe assumere un’interfaccia utente macOS (o simile a macOS). Icone dei file sparsi sulla scrivania, la barra di stato in alto per i menu e le finestre di cartelle e app che si possono spostare a piacere: insomma, qualcosa di mai visto e, soprattutto, sempre osteggiato da Apple e criticato pubblicamente da Tim Cook.

Le cerniere magnetiche, per esempio, potrebbero lasciar pensare che ci si potrebbe collegare all’iPad sia in modalità computer, magari ribaltato l’iPad. E chissà che quella sezione magnetica non possa servire per un Apple Pencil, o fotocamera o un microfono, fa lo stesso. La fantasia prende il sopravvento, anche se parte da qualcosa di tangibile e concreto, come il brevetto in questione.

Apple potrebbe prendere in considerazione un dispositivo ibrido iPad/MacBook. Il brevetto non chiude le porte a questa possibilità. Il nuovo dispositivo accessorio per iPad include una porzione di base e un meccanismo di aggancio. La porzione di base può comprendere una tastiera avente una serie di tasti elettromeccanici. Il meccanismo di accoppiamento può essere posizionato lungo un lato della tastiera, configurato per accoppiare la porzione di base al dispositivo con un display touchscreen. La tastiera, in aggiunta, non utilizza la tecnologia Bluetooth per collegarsi al tablet, cosa che invece avviene tramite un connettore hardware, che potrebbe funzionare per qualsiasi cosa.

Il dispositivo accessorio, inoltre, potrebbe definire un’interfaccia di attacco per trattenere il device di elaborazione della compressa alla porzione di base. L’interfaccia di fissaggio può essere almeno parzialmente definita da una sezione del corpo del meccanismo di accoppiamento.

Certo, potrebbe essere una versione più aggiornata di iPadOS, ma la grande notizia è che ad oggi, con questo brevetto, non si può affatto escludere che Apple non pensi a un ibrido oppure se il brevetto va a fare riferimento a un nuovo sistema operativo ibrido tra quello pensato per i tablet e quello dei Mac. Scusate se è poco.