Apple avrebbe già pronto il caricabatterie più piccolo e potente di sempre

Stando a quanto rilevato dall’esperto Ming-Chi Kuo, Apple starebbe studiando una nuova tecnologia per caricabatterie ancora più piccoli

Mentre da ormai qualche anno Apple ha rimosso il caricabatterie dalla confezione degli iPhone, si stanno studiando nuove tecnologie e sistemi sia per aumentare la capacità dei melafonini che per dare vita ad alimentatori rivoluzionari. Proprio in questo senso, l’analista Ming-Chi Kuo ha svelato che è in programma il lancio di un nuovo caricatore all’avanguardia.

caricabatterie apple 20220308 cellulari.it
Pare che nei piani futuri di Apple ci sia il lancio di nuovi caricabatterie dalle dimensioni estremamente ridotte (Adobe Stock)

Il tutto sfruttando la tecnologia “GaN”, basata sul nitruro di gallio (materiale per i semiconduttori degli alimentatori). In grado di produrre meno calore, darebbe la possibilità agli ingegneri di posizionare le componenti in maniera più vicina e quindi di ridurre le dimensioni generali dell’accessorio.

Caricabatterie con tecnologia GaN: tutto sull’ultimo prototipo di Apple

caricabatterie apple 20220308 cellulari.it
Il tutto grazie alla tecnologia GaN, in grado di gestire al meglio il surriscaldamento delle componenti. Ci saranno alimentatori diversi per i MacBook Air e iPhone/iPad (Adobe Stock)

Secondo le parole del noto analista Ming-Chi Kuo, Apple avrebbe addirittura già terminato la progettazione di un nuovo caricabatterie dalle dimensioni estremamente ridotte. Si parla addirittura dell’alimentatore più piccolo di sempre, grazie alla tecnologia “GaN”. Come accennato, grazie al nitruro di gallio sarà possibile controllare meglio il surriscaldamento dei materiali in vicinanza e quindi posizionarli in modo da guadagnare spazio nel case. L’idea è di partire dal lancio dell’accessorio per i MacBook Air, ma non solo.

Sempre stando a quanto rilevato dall’esperto, infatti, i lavori proseguiranno per dar vita ad alimentatori ancor più piccoli per i prossimi iPhone ed iPad. In realtà, il produttore e partner di Apple Bellini già da tempo produce caricabatterie che sono basati su questa tecnologia. Discorso simile per ANKER, che da tempo ha deciso di accantonare il silicio. Non è da escludere che anche il gigante di Cupertino decida di perseguire questa strada su tutti i suoi prossimi prodotti in uscita nel corso dei prossimi anni. Non resta che attendere e capire quali sono le strategie alle quali sta pensando Apple per il futuro della sua gamma di device.