Al MWC Zuckerberg cerca di tranquillizzare gli operatori telefonici

Con Internet.org Zuckerberg intende portare l'accesso a Internet in tutto il mondo e sostiene che Facebook e Whatsapp non stanno fagocitando gli operatori di telefonia.

Zuckerberg sta collaborando con gli operatori con uno progetto che si chiama Internet.org, volto a portare l’accesso a Internet a miliardi di persone in tutto il mondo che oggi ancora non sono connesse.

Secondo Mark Zuckerberg, Presidente e Ceo dei socialnetwork in questione, Facebook e Whatsapp non stanno fagocitando gli operatori di telefonia, perché secondo lui queste piattaforme in realtà trainano l’utilizzo dei dati per cui gli utenti pagano.

Il Ceo durante il Keynote al Mobile World Congress che si è tenuto a Barcellona nei giorni scorsi ha rassicurato gli operatori di Telefonia che ultimamente hanno manifestato una certa criticità nei confronti delle OTT.

Nel frattempo Zuckerberg intende portare internet anche nel resto delle zone del mondo non coperte   grazie al progetto Internet.org e alla collaborazione con gli operatori telefonici con cui offre gratuitamente l’accesso ad una serie di servizi, come ad esempio, Google, Facebook e Whatsapp. Infatti il tema della connettività è stato piuttosto dibattuto nel corso di questa fiera della tecnologia mobile.

Zuckerberg sostiene che è importante comprendere che le figure che realmente stanno conducendo questo cambiamento sono gli operatori telefonici, che sono loro a connettere il mondo e non Facebook.

Il Ceo spiega che “Internet.org non sta cannibalizzando i ricavi degli operatori, poiché il progetto  in realtà è reso possibile dagli accordi che il social network stringe di volta in volta con gli operatori di telefonia locale, ma è comunque un’iniziativa che necessita di  un cambiamento fondamentale nel modo in cui gli operatori pensano ai loro ricavi. “

Il Presidente di Facebook continua dicendo che nell’era degli smartphone è l’utilizzo dei dati che guiderà le imprese di telecomunicazioni. Secondo Zuckerberg per chi non ha mai avuto accesso ad Internet, il progetto “Internet.org” può essere un aiuto considerevole.

L’obiettivo di Internet.org è quello di dare l’accesso alla rete ad un prezzo accessibile a tutti e rendere la connettività mobile conveniente. Il progetto comprende anche aziende come MediaTek, Qualcomm e Opera. Si intende fare dei dati un utilizzo più efficiente, riducendoli al minimo. Inoltre il team vuole sostenere con incentivi gli operatori mobili, i produttori di dispositivi e gli sviluppatori in modo da ridurre i costi di accesso ad internet.

Zuckerberg ha spiegato che l’unica maniera per allargare Internet in tutto il globo è una partnership con gli operatori telefonici, facendo sì che i loro ricavi aumentino.  Ma  i messaggi di testo offrono ancora guadagni  importanti  agli operatori e intanto WhatsApp è un concorrente troppo forte.

I socialnetwork puntano all’utilizzo dei dati e questo è ancora più importante nei Paesi che si stanno affacciando da poco sul mercato ed in cui le popolazioni entrano per la prima volta in internet e nel traffico dati, anche questi ultimi a favore del Ceo di Facebook.

Infatti, secondo il Senior Executive Vice President Mario Zanotti, l’utilizzo dei dati in Paraguay è aumentato del 30% da quando è in collaborazione con Internet.org.

A proposito dei progetti di Google, Loon e Titan,  Zuckerberg li considera una conseguenza di “Internet per tutti”, che è invece una sua grande ambizione, infatti secondo il “numero uno” di Facebook costruire un’infrastruttura è piuttosto costoso.