Addio Canone Rai: come sbarazzarsene immediatamente, avete poco tempo

A partire dal 1° gennaio 2023, il canone Rai è tornata ad essere un’imposta indipendente. Ma c’è un modo per essere esenti dal pagamento del tributo. Ecco tutti i passaggi da seguire per effettuare richiesta, avete poco tempo

Negli ultimi anni, il pagamento del Canone Rai è stato sempre accorpato alla bolletta della luce. Una pratica decisa col fine ultimo sia di facilitare il tutto per i cittadini, che per ridurre l’evasione fiscale. Una pratica che però è durata solo alcuni anni, in quanto a partire dal 1° gennaio 2023 si tornerà ad avere la tassa come unica ed indipendente.

canone rai 20230116 cellulari.it 3
Canone Rai, ecco tutto quello che dovete fare per presentare domanda di esenzione del pagamento (Adobe Stock)

Come spiegato a più riprese dal governo, però, c’è un modus operandi specifico da seguire per richiedere l’esenzione dal versamento del tributo. Ci sono alcuni requisiti che vanno ovviamente rispettati, in quanto non tutti possono richiederlo. Ecco cosa dovete fare, il tempo stringe e a breve non sarà più possibile fare richiesta.

Canone Rai, ecco cosa fare per richiedere l’esenzione

Se rientrate nei requisiti minimi per richiedere l’esenzione dal pagamento del canone Rai, sappiate che il tempo stringe e a breve non potrete più effettuare richiesta. Come stabilito dal Governo, infatti, il termine ultimo per mandare la domanda è fissato per il 31 gennaio 2023. Dunque ancora pochi giorni e, anche chi rientra nelle categorie sottoscritte, sarà obbligato a versare il tributo.

canone rai 20230116 cellulari.it 3
Avete tempo fino al 31 gennaio 2023 per effettuare domanda, seguendo una procedura ben precisa (Adobe Stock)

Partiamo dal rielencare le categorie che possono evitare di pagare il cnaone Rai. Sono esentati coloro che non detengono apparecchi televisivi, a prescindere dal reddito e dall’età. In questo caso, bisogna presentare la dichiarazione sostitutiva di non detenzione di un apparecchio televisvio, entro il 31 gennaio 2023.

Altro caso è chi ha compiuto 75 anni di età e ha un reddito non superiore agli ottomila euro. Anche per questa categoria, il termine ultimo per presentare domanda è fissato per il 31 gennaio 2023. Ricordiamo che l’esonero vale però solamente per il secondo semestre dell’anno. Se volete presentare domanda, dovete procedere con una lettera raccomandata all’AdE. Si tratta di una possibilità in più che è stata offerta dal governo ai propri cittadini, così da evitare di versare un altro tributo. Come anticipato, comunque, la dead line per fare domanda è ormai prossima ad arrivare. Con la scadenza ad un passo, vi consigliamo di accelerare i tempi e di procedere in tempi stretti.