Acer in collaborazione con Starbreeze per lo sviluppo del visore StarVR

Acer si unisce con la società svedese Starbreeze allo scopo di realizzare un visore per la realtà virtuale che si chiama StarVR, offrendo ai consumatori un campo visivo di 210 gradi, quasi il doppio rispetto a Oculus Rift o Htc

Acer si unisce con il game-team di studio svedese Starbreeze con lo scopo di realizzare StarVR un nuovo visore per la realtà virtuale.

Il visore VR Starbreeze ha caratteristiche di fascia alta, infatti le aziende hanno scelto di competere sul mercato della realtà virtuale contro società come HTC ed il suo Vive e Oculus Rift, che attualmente sul mercato sono i  visori VR più costosi . 

Il progetto di realizzare il visore StarVR era già stato rivelato nel 2015 da Starbreeze durante il corso dell’Electronic Entertainment Expo (E3) che si era tenuta nel mese di giugno. Acer si era in seguito proposta all’azienda svedese per collaborare alla realizzazione del gadget e per la promozione del visore, infatti  Acer sta investendo molte delle sue risorse sulla realtà virtuale; le due società hanno poi optato per la collaborazione. L’annuncio del nuovo visore StarVR e della collaborazione con Starbreeze è giunto solo dopo la presentazione da parte di Acer di computer, desktop e notebook compatibili con altri dispositivi VR.

Allo stesso modo di Oculus Rift o Htc Vive, il visore StarVR non funziona in abbinamento ad un dispositivo portatile,  ma con una console, computer o determinati altri hardware.
 
Il contratto di collaborazione tra le due società prevede la progettazione, produzione, promozione, marketing e vendita di StarVR per il mercato dell’intrattenimento  professionale e dei consumatori finali; infatti il visore di Acer e Starbreeze potrà essere utilizzato, oltre che dai giocatori privati, anche nei parchi a tema che propongono ai propri clienti attrazioni con realtà virtuale e che offrono un’esperienza VR molto più coinvolgente di quella che il consumatore finale possa sperimentare nella sua abitazione.

Una delle caratteristiche perculiari di StarVR è il campo visivo di 210 gradi che consente un’esperienza virtuale ancora più simile alla realtà rispetto ai visori  che sono oggi in commercio; infatti il campo visivo di 210 gradi di StarVR è circa il doppio del campo visivo offerto dai concorrenti Oculus Rift e HTC Vive (110°).

Grazie alle competenze specifiche di cui trarranno beneficio le due aziende in accordo che riguardano lo sviluppo di hardware da parte di Acer e la tecnologia per la realta’ virtuale gia’ testata e pronta per il mercato da parte di Starbreeze, il visore StarVR potrebbe essere rilasciato sul mercato molto presto.

“Acer è entusiasta di unire le forze con Starbreeze nel portare il visore StarVR sul mercato”, ha dichiarato, aggiungendo che la società ha gia’ una propria linea di PC compatibile con l’esperienza di StarVR: “Stiamo dedicando risorse di ricerca e sviluppo su più aspetti dell’ecosistema VR per un’esperienza coerente e di alta qualità, mentre appena il mese scorso Acer ha annunciato desktop e notebook potenti completamente pronti per StarVR. ” 

Bo Andersson Klint, CEO di Starbreeze ha affermato: “Acer è un eccellente partner con esperienza e prominente hardware che ci aiuterà ad accelerare nella realizzazione e produzione di un visore VR ad alta definizione, ad alta fedeltà. Grazie alla collaborazione con Acer ci andiamo a posizionare saldamente come leader nel campo della VR experiences. Abbiamo lavorato con una chiara tabella di marcia per la nostra strategia VR fin dal primo giorno e siamo ora in procinto di portare avanti una delle prime importanti collaborazioni che ci siamo proposti di realizzare “.

Per quanto riguarda i prezzi e la disponibilità non abbiamo ancora notizie.