Visori AR/VR Apple: l’ultima brevetto regala qualcosa di unico

Si fa un gran parlare dei visori Apple. Sia nel bene sia nel male. Saranno qualcosa di unico, lo pensano in molti. Costeranno parecchio, sono tutti concordi. L’ultimo brevetto, però, fa sognare.

Visori AR 20220512 cell
Visori AR – Adobe Stock

Il colosso di Cupertino sta ricercando qualcosa di eccezionale per il suo progetto Apple Glass: la società di Tim Cook è alle prese di un modulo autopulente per rimuovere la polvere che ostruisce la visuale di chi lo indossa.

Anche se probabilmente gli utenti dovranno pulire i visori AR/VR con la griffe della mela più famosa al mondo, Apple sta cercando il modo di rivoluzionare il tutto. Nuove domande di brevetto mostrano che l’azienda sta cercando un modo per far sì che il dispositivo sia autopulente.

Moduli ottici, la strategia di Apple

Apple 20220512 cell
Apple – Adobe Stock

Il brevetto recentemente concesso, “Particle Control for Head-Mountable Device“, discute l’idea di come un dispositivo possa rimuovere automaticamente polvere o altri detriti, ciò che Apple chiama “moduli ottici”. La domanda di brevetto afferma: “La qualità della vista fornita dal modulo ottico può dipendere dalla chiarezza del percorso ottico tra la sorgente dell’immagine e l’occhio dell’utente“. Ciò significa che le lenti diventano meno chiare quando c’è del materiale su di esse. Il problema è che alcune particelle, come polvere, detriti o altri oggetti estranei lungo il percorso dell’immagine dell’utente, possono alla fine distorcere l’immagine fornita all’utente.

Il brevetto continua così: “In particolare, laddove un elemento di visualizzazione includa un display ad alta risoluzione, tali particelle su una superficie dell’elemento di visualizzazione possono bloccare interi pixel e/o più pixel, in modo tale che l’immagine trasmessa all’utente sia alterata dalla sua forma prevista”.

La strategia di Apple è quella di trovare il modo di liberare i suoi utenti dal problema delle particelle che bloccano la visualizzazione di un semplice schermo. Il colosso di Cupertino sostiene che questo problema aumenta solo durante la vita del dispositivo e può verificarsi anche se il dispositivo è dotato di un sigillo per impedire la raccolta di particelle.

Inoltre, “degradazione, erosione, attrito, usura e/o invecchiamento dei componenti” significa che “le particelle possono migrare” o accumularsi all’interno dell’elemento di visualizzazione. La soluzione di Apple è che il dispositivo stesso abbia una misura per rimuovere la polvere.

Apple mira a catturare dette particelle, in modo che non interferiscano con gli utenti che interagiscono con il prodotto. Questo può essere ottenuto attraverso la vibrazione. L’applicazione suggerisce che l’elemento di visualizzazione o l’elemento ottico possono essere spostati in modo da rimuovere le particelle dalla superficie di visualizzazione del dispositivo. In sostanza, Apple Glass potrebbe essere in grado di scuotere la polvere dal dispositivo.

Un’altra idea geniale, se fosse ottimizzata. Un altro motivo per alzare un prezzo da vertigini prima ancora che esca il dispositivo.