Thorsten Heins: ‘Il BlackBerry Passport è anche un po’ merito mio?

Heins ha voluto rispondere alle critiche piovutegli addosso dopo le dimissioni con una piccola rivelazione sul nuovo top di gamma del produttore.

In questi giorni al centro di diversi rumors che lo vorrebbero alla guida di Powermat, società specializzata nello sviluppo di alimentazioni alternative per dispositivi elettronici, l’ex ceo di BlackBerry Thorsten Heins ha ripercorso in una recente intervista la sua esperienza negli uffici di Waterloo.

Sono orgoglioso di aver gettato le basi per la loro piattaforma – ha confessato –. Penso che sia stato un bel risultato, date le circostanze. Il mio ruolo come amministratore delegato era quello di stabilizzare la società, i suoi dati finanziari, la direzione strategica, le spese e le operazioni, concentrando contemporaneamente le risorse a disposizione su BlackBerry 10 e BES10”.

Sotto la direzione di Heins, BlackBerry e Powermat erano in contatto per equipaggiare la ricarica wireless su quella che sarebbe stata la linea di dispositivi BlackBerry 10, ma la preoccupante situazione finanziaria della casa canadese non ha mai permesso un approfondimento della partnership.

Heins, che ancora oggi utilizza un BlackBerry (per la precisione, un Porsche Design P’9982, ndr), ha infine voluto rispondere alle critiche piovutegli addosso dopo le dimissioni con una piccola rivelazione sul nuovo top di gamma del produttore: “Il BlackBerry Passport è stato l’ultimo smartphone ideato, disegnato e progettato con la mia squadra. La tastiera che funziona come un touchpad è molto cool”, ha aggiunto il manager sorridendo.