Telepass Pyng: A Roma il parcheggio si paga col telefonino

Un nuovo servizio gratuito dedicato a tutti i clienti Telepass è a disposizione degli utenti Android o iOs che abitano a Roma e desiderano pagare la sosta dell’auto direttamente dal proprio smartphone.

Da pochi giorni un nuovo servizio è a disposizione degli utenti Android o iOs che abitano a Roma, o si trovano nella Capitale di passaggio e desiderano pagare la sosta dell’auto direttamente dal proprio smartphone. Si tratta di un servizio gratuito e dedicato a tutti i clienti Telepass registrati all’area riservata Telepass Club.

Questo servizio,  messo a punto da Telepass, si chiama “Pyng” e consente di addebitare i minuti di sosta direttamente sul proprio conto Telepass, anche senza avere il dispositivo in auto; infatti basta una semplice applicazione che è possibile scaricare sul telefonino dal Play Store o da mobile collegandosi all’indirizzo “m.pyng.telepass.it” per pagare la sosta sulle strisce blu.

Per accertare l’avvenuto pagamento del cliente gli ausiliari del traffico Atac inseriscono il numero di targa della vettura in sosta sul palmare in loro dotazione, verificando in tempo reale la regolarità del versamento registrato su apposito database. Dopo la fase di collaudo avvenuta lo scorso dicembre a Ferrara, Roma è la prima città in cui viene attivato il servizio. Nelle prossime settimane Pyng sarà disponibile per i titolari di Telepass registrati su Telepass Club. Dalle prossime settimane il servizio sarà attivo anche presso l’aeroporto di Fiumicino ed è prevista l’estensione nelle principali città italiane.

L’app gratuita è stata presentata in Campidoglio dall’ad di Telepass, Ugo de Carolis, dall’assessore alla Mobilità e ai trasporti del Comune di Roma, Guido Improta e dal presidente di Atac, Roberto Grappelli. L’applicazione calcola da sola l’importo complessivo e il successivo addebito senza bisogno di cercare il parcometro o ricorrere a carte di credito, monete o ricariche o pagamenti anticipati, ma l’aspetto più interessante è la possibilità particolarmente funzionale di interrompere o prolungare la sosta quando si vuole e pagare soltanto i minuti effettivi (l’addebito avviene direttamente sul proprio conto Telepass).

Guido Improta spiega che “Grazie all’accordo raggiunto da Atac e Roma Capitale, con Telepass introduciamo un nuovo sistema che semplifica le operazioni di pagamento della sosta tariffata e che consente di parcheggiare e pagare con il proprio smartphone in maniera semplice e solo per l’effettiva durata della sosta”.

De Carolis ha precisato che “Telepass sta lavorando da tempo per offrire sempre più servizi che facilitino gli spostamenti dei propri clienti anche al di fuori dell’autostrada e Telepass Pyng ne è una conferma”.