Telecom Italia introduce la tariffa unica per fissi e mobili. Aumento del canone di 76 cent

Novità per tutti i clienti Telecom Italia, già annunciata all'inizio di quest'anno ma entrata in vigore a partire dal mese di aprile, appena cominciato: la compagnia telefonica nazionale ha, infatti, deciso di unificare i cost

 

Novità per tutti i clienti Telecom Italia, già annunciata all’inizio di quest’anno ma entrata in vigore a partire dal mese di aprile, appena cominciato: la compagnia telefonica nazionale ha, infatti, deciso di unificare i costi delle chiamate verso i fissi e i mobili, proponendo un’unica tariffa valida verso qualsiasi numerazione.

 

Il costo della tariffa unificata è di 5 centesimi al minuto, con scatto alla risposta di 5 cent. Una sorta di “via di mezzo”, quindi, alle precedenti condizioni che prevedevano:

  • telefonate verso i cellulari a 9,90 cent al minuto, con scatto di 7,94 centesimi;

  • telefonate verso i fissi a 1,90 cent al minuto.

 

In realtà, come si può notare, sono le telefonate verso i cellulari ad essere più convenienti, mentre quelle verso i fissi subiscono un sensibile aumento. Telecom Italia, però, ha deciso di introdurre un sistema che permette, una volta superate le 3 ore di conversazione settimanali sulle telefonate verso le numerazioni fisse, di telefonare a costo dimezzato. Un indubbio vantaggio, questo, per chi chiama spesso i fissi d’Italia da casa.

 

Telecom Italia ha annunciato, inoltre, di aver aumentato leggermente il costo di abbonamento di 76 centesimi, per adeguarlo al livello di inflazione del periodo: questo significa che si pagherà 17,40 euro, una cifra che, stando alle parole della stessa compagnia, resta tra le più basse d’Europa.