Selfie, attenzione a farli con loro: rischiate una multa da capogiro

Cellulare e selfie, un binomio ormai indivisibile! Il cellulare, nel momento in cui è apparso nella nostra società, ha portato delle novità continue ed importanti, nonché modifiche alla nostra vita, per alcuni più positive e per altri meno. Nel corso degli anni, lo sviluppo della tecnologia applicata agli smartphone, ha presentato agli utenti la possibilità di usare il proprio dispositivo in modi sempre nuovi e rivoluzionari. 

Tra le cosiddette rivoluzioni nel mondo dei cellulari c’è senz’altro quello che tutti conosciamo come Selfie. Fino alla sua comparsa, nessuno avrebbe immaginato che si potesse fotografare o riprendere un video, come dire, al contrario. Fino all’avvento del selfie, infatti, tutti eravamo abituati a fare fotografie con il cellulare nella cosiddetta maniera canonica.

Divieto di fare foto
Divieto di fare foto in questo posto

Da quando gli smartphone hanno inserito la modalità fotografica che permette di ribaltare la visuale per scattare l’immagine o il video, il cosiddetto selfie è diventato una moda, anzi una vera e propria mania! Ma selfie o non selfie, c’è una particolare situazione in cui fare una foto a questo soggetto, potrebbe portare a qualche guaio. Vediamo quale.

Che è la geisha?

Eh già, avete letto bene. La notizia è risaputa, ma solamente da chi ama o ha viaggiato nel paese del Sol Levante, e non è da prendere sotto gamba. Noi siamo portati naturalmente a fotografare ogni cosa, soprattutto quando viaggiamo, ma non sempre questo è possibile.

Parliamo di una figura importante ed iconica del Giappone e della sua cultura, amatissima ed entrata nell’immaginario collettivo, soprattutto occidentale. Si tratta della geisha, l’affascinante immagine che tutti abbiamo della donna giapponese.

Giappone (Web Source)
Giappone (Web Source)

Il personaggio della geisha è abbastanza controverso, soprattutto a causa della confusione che fanno le persone delle culture lontane a quella giapponese. Quando parliamo di geisha, infatti, pensiamo ad una donna “dai facili costumi”, o che comunque si offre facilmente all’uomo. In realtà si tratta di artiste che intrattengono con canto, danza e la famosa cerimonia del tè; geisha infatti significa persona/donna dell’arte. 

Di queste donne attira sicuramente l’immagine, oltre che il simbolismo, con il loro trucco, vestiti e pettinature molto particolari. L’immagine della geisha con infradito, kimono molto colorato e il viso bianco con labbra rosse, è quella che conosciamo tutte. Ma che accade se le incontriamo durante un viaggio in Giappone? naturalmente, il primo pensiero è quello di fotografarle, soprattutto perché sono dei personaggi e delle figure molto rare; pensiamo che all’inizio del secolo scorso erano circa 80 mila, mentre oggi sembra non ce ne siano più di mille. 

Perché non si possono fotografare le geishe

Se girando per le strade giapponesi, ci si dovesse imbattere in una geisha, il primo pensiero sarebbe di fotografarla o, meglio ancora, di chiedere di fare un selfie. Niente di più sbagliato!

Divieto di fotografare le geishe
Geisha

Ebbene, in alcuni quartieri famosi di Kyoto, come il quartiere Gion, sono particolarmente attrattivi e la cultura giapponese e delle geishe presente. Purtroppo però, come sappiamo i turisti quando vedono qualche particolare curioso, si buttano letteralmente nella mischia per fotografarlo, e questa mania di riprendere tutto ha creato dei problemi a queste donne, che in alcuni video diventati virali si vedono rincorse e strattonate pur di essere fotografate.

Insomma, è importante ricordare che non sono un fenomeno da baraccone, ma un’espressione della cultura locale da rispettare. A tal fine, il governo locale ha introdotto un divieto proprio per le strade private del quartiere Gion che prevede multe fino a 10.000 yen (circa 80 euro), e cartelli che vietano di scattare fotografie.