Se il conto in banca va in rosso ora scatta la multa e la chiusura immediata: l’annuncio ufficiale

Avete il conto in banca che è rosso? Ora scatta la multa e la chiusura immediata. Ecco tutto quello che c’è da sapere: l’annuncio ufficiale.

Visto il momento di grave difficoltà economica che stiamo vivendo, uno dei più grandi incubi che ogni cittadino potrebbe ritrovarsi a dover affrontare è quello di avere il conto corrente in rosso. Aprendo l’app di home banking, quando vedete che le cifre indicate sono colorate di questa tonalità, vuol dire che siete addirittura scesi sotto lo zero. E non solo non avete più soldi disponibili, ma c’è un debito che verrà saldato quando ci sarà un nuovo accredito all’interno del vostro servizio personale.

conto in rosse multe
Conto in rosso? Scattano multe e chiusura immediata (Canva foto) Cellulari.it

E a quanto pare, sembra non essere finita qui. Di recente infatti, è arrivato un annuncio che dovrebbe far tremare tutti. In particolare chi ha già il conto in rosso, ma anche coloro che sono vicini allo zero e potrebbero perdere tutto nei prossimi mesi. Pare infatti che le banche si preparino a far scattare delle multe e le chiusure immediate in caso d sconti in rosso. ecco tutto quello che c’è da sapere a riguardo e da quando entrerà in vigore questa nuova normativa.

Conto in rosso: ecco quando scattano multa e chiusura

Una modifica importante quella che sta per arrivare e che potrebbe spingere molte persone a chiudere in anticipo il proprio conto corrente per passare alla concorrenza. Secondo quanto emerso infatti, presto un istituto bancario inizierà ad applicare delle multe in caso di conto corrente in rosso. Se non addirittura optare per la chiusura immediata dello stesso, qualora il debito dovesse risultare troppo alto.

Cosa succede in caso di conto in rosso
La decisione di ING è già ufficiale (Canva Foto) Cellulari.it

Stiamo parlando di ING, che ha deciso di modificare i termini di sottoscrizione dei conti correnti che permettono ai clienti di rimanere in rosso per un lungo periodo di tempo senza avere un saldo positivo. I clienti che hanno un conto non autorizzato e non possono utilizzarlo, saranno tenuti a pagare una commissione che arriva fino al 14%. Per un costo molto più alto rispetto a quello che viene applicato al giorno d’oggi.

E non solo, perché ci saranno casi in cui i clienti non potranno più usare lo scoperto. Come affermato da un portavoce di ING, se ci sono persone il cui saldo non riesce a venire utilizzato, ecco che viene consigliato di contattare direttamente la banca. Non verrà più permesso però di restare in rosso per molto tempo. “Vogliamo che i clienti sono finanziariamente in salute. Ecco perché interrompiamo i prodotti che non prevedono un obbligo di rimborso economico le parole del portavoce.

Impostazioni privacy