Microsoft mette in campo Surface 3 e sfida i produttori di portatili e trasformabili

Surface 3 monta Windows 8 (che diventerà presto 10 appena sarà disponibile l’aggiornamento), su processore Quad Core Intel Atom x7 a 1,6 GHz, ma che può arrivare a 2,4 GHz grazie alla tecnologia Intel Burst.

Microsoft lancia un nuovo tablet Surface, più compatto, più economico e meno impegnativo rispetto al Surface 3 Pro e la chiama semplicemente Surface 3.

Infatti, da qualche anno alla Microsoft, oltre ai software si progettano anche hardware: dagli accessori, ai   computer e poi anche gli smartphone con l’acquisizione di Nokia. 

Questo dispositivo è dedicato ai privati, come ad esempio alle famiglie e agli studenti e mette in rilievo che l’azienda si è resa conto dell’errore fatto con l’introduzione sul mercato di Surface 2, che nonostante fosse un dispositivo potente, ha avuto uno scarso successo per le limitazioni di Windows RT, che non permetteva di far girare programmi di ogni tipo e a causa delle sue dimensioni, che non erano adatte alla fascia consumer.

Infatti il nuovo prodotto di Microsoft monta sistema operativo windows 8, che diventerà 10 appena sarà disponibile l’aggiornamento, su processore Quad Core Intel Atom x7-Z8700 a 1,6 GHz, che può arrivare a 2,4 GHz grazie alla tecnologia Intel Burst. In questo modo il sistema, non avendo più limitazioni, potrà essere utilizzato come un normalissimo computer. Inoltre il Surface 3 è dotato di funzioni di risparmio energetico, che permettono alla batteria ben 10 di ore di durata. Lo schermo è da 10,8 pollici con tecnologia ClearType HD e una risoluzione 1920×1280.

Il Surface 3 ha uno schermo touch da 10,8 pollici con risoluzione full hd e, ripetto alla versione Pro, è più sottile  e più leggero (622 grammi contro 800); inoltre è silenzioso perché manca la ventola. Verrà presentato nella versione da 64 2 Gb di RAM o da 128 Gb di memoria interna con 4 Gb di RAM.

Inoltre dispone di una porta USB 3.0, una Mini DisplayPort,  un lettore di schede microSD, una porta Micro USB, Wi-Fi 802.11a/b/g/n/ac, con opzione 4G, Bluetooth 4.0, un jack per cuffie e una porta per la cover e poi gli altoparlanti stereo ed è dotato di sensori, videocamera anteriore da 3,5 megapixel e posteriore da 8 megapixel con autofocus.

Oltre a Windows 8.1 nel prezzo è compreso l’abbonamento per un anno a Office 365 Personal, con Outlook, Word, Excel, PowerPoint e OneNote e l’archiviazione cloud OneDrive.

Per Surface 3 e Surface 3 4G LTE saranno disponibili anche diversi accessori da acquistare a parte, come la Type Cover, con trackpad migliorato e tastiera intuitiva, la penna Surface in quattro colori, la Docking Station che dà la possibilità di connettersi a monitor esterni e a tutti i dispositivi desktop.

Come abbiamo accennato prima, Microsoft vuole conquistare una parte di pubblico che preferisce il tablet e così Surface 3 arriverà a giugno anche nella versione con connettività Lte. La versione che dispone di Wi-Fi arriverà invece i primi di maggio. Sebbene non sia ancora disponibile nei negozi, dal 31 marzo Surface 3 si può già pre-ordinare dal sito ufficiale.

Il prezzo di vendita del modello base è di circa 610 euro, mentre il modello superiore costerà 729 euro; questo ci fa pensare che Microsoft con suo nuovo Suface 3 intenda sfidare i computer portatili e gli ibridi oggi presenti sul mercato, infatti i produttori di dispositivi informatici, a partire da Asus,  Lenovo, Dell, fino a Toshiba,  stanno  focalizzando le loro energie su computer ibridi e convertibili.

Il direttore Consumer Channel Group di Microsoft spiega che “il Surface 3 mantiene fede alla promessa fatta offrendo la migliore esperienza di un tablet funzionando anche da pc, come il Surface 3 Pro ma a un prezzo sensibilmente più basso”.