Marte, arrivano anche i cinesi. Il successone di Zhurong

Dal Perseverance, Ingenuity, ora è il turno di Zhurong atterrare su Marte per mostrare un’altra faccia del Pianeta Rossa. La Cina ha fatto atterrare con successo il suo veicolo spaziale, annunciato attraveso i media statali sabato.

Marte (Adobe Stock)
Marte (Adobe Stock)

Il robot Zhurong a sei ruote stava prendendo di mira l’Utopia Planitia, un vasto terreno nell’emisfero settentrionale del pianeta. Il veicolo ha utilizzato una combinazione di una capsula protettiva, un paracadute e una piattaforma missilistica per effettuare la discesa. Il successo del touchdown è un risultato notevole, data la natura difficile del compito, che conferma i grandi progressi fatti dalla tecnologia cinese.

Marte, finora solo USA e Russia. “Risultato eccezionale per la Cina”

Marte, una nuova conquista (Adobe Stock)
Marte, una nuova conquista (Adobe Stock)

Finora, infatti, solo gli americani e i russi erano riusciti ad atterrare su Marte. Tutti gli altri paesi che hanno provato, sono caduti o hanno perso il contatto subito dopo aver raggiunto la superficie del Pianeta Rosso.

LEGGI ANCHE >>> Uber ama i musei: codice sconto per esplorare le bellezze italiane

Il presidente cinese Xi Jinping si è congratulato con il team della missione per il suo “risultato eccezionale” in un messaggio speciale. “Sei stato abbastanza coraggioso per la sfida, hai perseguito l’eccellenza e posto il nostro paese nei ranghi avanzati dell’esplorazione planetaria“, ha detto il numero uno asiatico.

LEGGI ANCHE >>> Andorid 12, la demo finisce online: tante nuove funzioni – VIDEO

Thomas Zurbuchen, il capo della scienza dell’agenzia spaziale americana (Nasa), si è affrettato ad aggiungere anche le sue congratulazioni. “Insieme alla comunità scientifica globale, attendo con impazienza gli importanti contributi che questa missione darà alla comprensione del Pianeta Rosso da parte dell’umanità“.

L’agenzia spaziale russa Roscosmos si è unita alle congratulazioni per l’esperimento riuscito, affermando che il successo cinese è di buon auspicio per la futura cooperazione fra le due nazioni.

Ci sono voluti 17 minuti per aprire i suoi pannelli solari e inviare un segnale sulla Terra. Zhurong, che in cinese significa Dio del fuoco, è stato trasportato su Marte dall’orbiter Tianwen-1, che è arrivato sopra il pianeta a febbraio. La sonda ha quindi trascorso del tempo a sorvegliare Utopia, scattando immagini ad alta risoluzione per individuare il posto più sicuro dove appoggiare il rover.

L’obiettivo di tutte queste imprese è quello di scegliere un punto privo di imponenti crateri, dove il paesaggio non sia coperto da grandi massi. L’attuale distanza da Marte è di 320 milioni di km, il che significa che i messaggi radio impiegano quasi 18 minuti per raggiungere la Terra. Pertanto, ogni fase dell’approccio del robot Zhurong alla superficie sarebbe stata condotta in modo autonomo.

La sonda Tianwen-1 ha permesso alla Cina di diventare la terza nazione a compiere l’impresa di sbarcare sul Pianeta Rosso. L’approdo su Marte è avvenuto il 295esimo giorno di viaggio, dopo il lancio del razzo Long March-5 dalla base di Wenchang nella provincia di Hainan, avvenuto il 23 luglio 2020.