Google presenta l'anteprima della nuova versione di Android

Google ha annunciato a sorpresa Android N, l’anteprima della prossima versione del sistema operativo mobile. Ecco alcune novità presenti in Android N.

Google ha annunciato a sorpresa Android N, lo sviluppo dell’anteprima della prossima versione del sistema operativo mobile. Di solito un evento così importante sarebbe accaduto durante la conferenza degli sviluppatori I/O  che quest’anno si terrà a fine maggio. Probabilmente il Colosso di Mountain View spera di ottenere dei riscontri positivi dagli sviluppatori e magari anche ottenere la versione finale completa prima possibile.


Ecco alcune novità della nuova versione Android:

  • Multi-window. Funzione molto simile a quella che si trova su iPad Air 2, iPad Mini 4 e iPad Pro di Apple e significa letteralmente ‘schermo diviso’. Il sistema è in grado di dividere il display del dispositivo in diverse porzioni. La funzione serve per lavorare su due applicazioni contemporaneamente senza dover aprire e chiudere continuamente ciascuna finestra a schermo intero. Questa funzione, già disponibile da qualche anno sui dispositivi Samsung, con Android N viene resa nativa in molti dispositivi Android.
  • Picture-in-picture. Funzione simile a quella che si puo’ vedere su iPad Air o sull’app Youtube mobile, è un’opzione per le applicazioni che riproducono video: sarà quindi possibile visualizzare un video in una finestra in primo piano in un angolo dello schermo mentre allo stesso tempo si sta navigando sul web tramite il browser, oppure si scrive un post su Facebook o altro.
  • Risposta a una notifica. Con questa funzione sarà possibile rispondere ai messaggi di testo direttamente dalla barra delle notifiche aprendo il menu delle notifiche a tendina e digitare la risposta senza bisogno di aprire l’app Messaggi, per tornare subito all’attività che si stava svolgendo prima della notifica.
  • Gruppi di notifiche. Nella barra delle notifiche verrà visualizzata solo una delle diverse notifiche della stessa app, tale notifica si potrà espandere con un tap per poter visualizzare ogni singolo avviso.
  • Personalizzazione delle dimensioni degli elementi dell’Interfaccia Utente. Sarà una nuova voce nelle impostazioni del display che permetterà di modificare la grandezza degli elementi dell’interfaccia utente (UI) e di gestire i dispositivi di protezione individuale (DPI).
  • Batteria più efficiente. Introducendo Doze Google ha già di molto migliorato la gestione della batteria con Android 6.0 Marshmallow. Doze è una funzione che limita il funzionamento in background delle app quando il telefono non viene usato per un pò. Questa funzione viene confermata con Android N e funzionerà anche quando il display dello smartphone (o del tablet) è spento.

Dalla terza versione del suo sistema operativo mobile Google ha sempre chiamato i suoi sistemi con nomi di dolci: da Cupcake, a Donut,  da Eclair,  a Froyo e poi ancora Gingerbread, Honeycomb, Ice Cream Sandwich, Jellybean, KitKat, Lollipop, e Marshmallow e l’iniziale del nome viene associata in base all’ordine delle lettere dell’alfabeto, partendo dalla ‘C’. Quindi forse già quest’anno (forse nel mese di ottobre) sarà possibile conoscere il nome della settima versione di Android, che verrà distribuita con i nuovi dispositivi Nexus.

Pare che Google stia anche sviluppando il progetto Svelte, per ridurre la quantità di memoria richiesta dalle funzioni base di Android, in modo da poter eseguire Android N anche sui dispositivi di fascia bassa, con poca memoria rispetto agli altri dispositivi di fascia media e alta.