Google Pixel 6, con questo trucco trasformi le fotocamere in indicatori della batteria

Tenere d’occhio il livello della propria batteria tramite le fotocamere? È possibile, grazie a questo trucco pensato per i Google Pixel 6

Ormai qualche mese fa, Google ha lanciato sul mercato i suoi top di gamma Pixel 6 e 6 Pro. Device dalle enormi potenzialità e dal design semplice ed elegante, hanno ottenuto buoni riscontri a livello di vendite e stanno continuando a far parlare. Sia per le loro specifiche tecniche che per le trovate di alcuni utenti.

pixel 6 20220305 cellulari.it
Novità molto interessante per tutti gli utenti possessori di un Pixel 6 o 6 Pro di Google (Screenshot)

Qualche giorno fa, gli esperti di Gizmochina hanno approfondito un’applicazione molto ben pensata per i device in questione. In parole povere, c’è la possibilità di trasformare la propria fotocamera frontale in un vero e proprio indicatore del livello della batteria. Incredibile vero? E per farlo basta pochissimo.

Google Pixel 6, ecco come trasformare la fotocamera in indicatore della batteria

pixel 6 20220305 cellulari.it
Grazie all’app Energy Ring, è possibile sfruttare il contorno della fotocamera interna per avere informazioni extra tramite i colori (screenshot YouTube)

Si chiama Energy Ring, ed è l’applicazione rilasciata per Google Pixel 6 e 6 Pro che permette di trasformare la fotocamera frontale dello smartphone in un vero e proprio indicatore del livello della batteria. In parole povere, viene utilizzata la parte che si trova attorno al sensore centrale per mostrare colori diversi. Si possono creare setup personalizzati in base ai propri gusti personali, abbinandoci feature utili. Per esempio, abbinando varie tonalità in base al livello della batteria. Ma non solo, perché si possono anche impostare animazioni diverse che partono in maniera casuale o ben precisa.

Il software è totalmente gratuito e lo potete scaricare tramite lo store ufficiale di Google. In realtà, esiste una versione a pagamento che vi permette di rimuovere le pubblicità e sbloccare altre 3 configurazioni di colori extra. Il consiglio è quello di provare con il formato standard e, qualora doveste rimanere colpiti dalle potenzialità di Energy Ring, procedere con l’abbonamento. Anche per altri device oltre ai Pixel 6 e 6 Pro sta arrivando la compatibilità e, stando a quanto si legge, in futuro l’obiettivo è quello di continuare ad allargarsi per la software house che ha progettato il servizio.