Google, la ricerca sta per cambiare drasticamente: non la riconoscerete più

Una grande novità entrerà presto a far parte di Google. Stando a quanto emerso, il sistema di ricerca cambierà per sempre e non sarà mai più come prima. Tutte le novità previste e come funzionerà il tutto

Google sta diventando un ecosistema sempre più completo. La strategia adottata dal colosso di Mountain View è piuttosto chiara: fornire un servizio completo per i propri consumatori, interconnesso e del tutto funzionale. Elemento cardine del tutto rimane ovviamente il motore di ricerca, da dove è partito tutto.

google ricerca 20220930 cellulari.it
Le ricerche di Google si preparano ad accogliere alcune novità molto interessanti. Il sistema potrebbe cambiare per sempre (Adobe Stock)

Stando a quanto emerso, proprio in questo senso sono in arrivo grandi novità. Big G si prepara a cambiare tutto per sempre, adottando alcune migliorie che andranno a stravolgere il normale sistema per effettuare ricerche online. Con l’obiettivo di rendere il tutto ancor più semplice da utilizzare e funzionale, per trovare ciò di cui si ha bisogno senza problemi.

Google, ecco cosa cambierà col motore di ricerca

Durante il tradizionale evento Search On di Google, sono state presentate tutte le principali novità che presto entreranno a far parte del motore di ricerca offerto dal colosso di Mountain View.

google ricerca 20220930 cellulari.it
La volontà di Big G è di sfruttare il più possibile l’intelligenza artificiale, per un sistema sempre più vicino all’essere umano (Adobe Stock)

L’obiettivo è di sfruttare al massimo l’intelligenza artificiale, potendo così trasformare ulteriormente i prodotti di ricerca. E’ stato spiegato che verrà oltrepassata la normale casella di ricerca, per dare vita ad un’esperienza in grado di funzionare un po’ come le menti. Per un sistema multidimensionale come le persone.

In questo modo, l’utente potrà trovare ciò che sta cercando senza problemi, combinando immagini, suoni, testo e voce. Si potranno fare domande direttamente a Google con meno parole, o persino con nessuna. Big G riuscirà a capire cosa la singola persona sta cercando, così che il tutto sia ancor più intuitivo e naturale. Già nel 2017, in questo senso, Google ha introdotto Lens.

Uno strumento utile per visualizzare utilizzando la fotocamera oppure un’immagine. Stando ai dati emersi, già 8 miliardi di domande sono state risposte ogni mese, con numeri destinati ad aumentare. Ora bisogna capire in che modo questo nuovo sistema entrerà in vigore e verrà sfruttato dai consumatori. Nelle prossime settimane dovrebbe partire il rollout a livello globale, con l’obiettivo di arrivare al prodotto finale nel più breve tempo possibile.