Google Assistant, arriva il supporto a tutte le cuffie

L’assistente vocale Google Assistant può essere utilizzando con ogni paio di cuffie. Dopo anni dalla sua introduzione ora è previsto un supporto completo 

La funzione dedicata alle cuffie di Google Assistant è ormai nota da qualche anno. Tuttavia non per tutti i modelli di smartphone ed auricolari. Ora invece è stata implementata e supporta ogni tipo di cuffie. Sia con filo che senza, non esistono più limitazioni.

Infatti, secondo precedente rilascio, solo chi ha le Pixel Buds può aver accesso a questa comoda funzionalità. Nello specifico l’edizione del 2018 con filo, limitata ad alcuni Bose e Sony. Ma fortunatamente non è più così e tutti gli utilizzatori possono finalmente tirare un sospiro di sollievo.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> iPhone 11, problemi col display touchscreen? Apple lo sostituisce gratis

Google Assistant, completo supporto ad ogni auricolare

Google Assistant
Google Assistant (screenshot YouTube)

Pertanto, ora, si può godere di tutta l’offerta messa in campo dall’assistente virtuale del colosso di Mountain View senza preoccuparsi del modello di cuffie. Ma di cosa si tratta quindi? Non si limita solo ad alcune operazioni ma ad un completo comparto che va dalla lettura dei messaggi, fino ad attivare le informazioni rapide passando al richiamo tramite pressione del pulsante fisico degli auricolari.

Come si attiva il supporto dallo smartphone? Molto semplicemente con il collegamento fisico delle cuffie. Esattamente, niente di più e niente di meno. Una volta connesse si visualizza a video la notifica che richiede l’attivazione della funzionalità dell’assistente vocale. Prima però è buona norma assicurarsi di avere l’app di Mountain View aggiornata all’ultima versione disponibile.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> iPhone 12 contro martello e coltello: danni importanti – VIDEO

Se qualche utente non riuscisse ancora ad abilitare il completo supporto, non c’è motivo di preoccuparsi. Questo perché nelle prossime settimane, nonostante non ci sia un’annuncio ufficiale, la completa estensione della funzionalità dovrebbe arrivare per tutti gli utenti.