Facebook minaccia l’Europa, possibile chiusura dei social network del gruppo

Facebook (Pixabay)
Facebook (Pixabay)

Facebook minaccia l’Europa: se non ci concedete la gestione dei dati sul suolo americano ce ne potremmo andare.

Oggi il colosso costruito da Mark Zuckenberg ha oltre 400 milioni di utenti attivi sul Vecchio Continente, contando ovviamente Facebook, Instagram e anche Whatsapp. questi sottoinsiemi sono controllati dalla società di Facebook che a sua volta è il detendore dei dati sensibili, quelli che noi ogni giorni decidiamo di condividere con i nostri contatti. Il problema è nato dalla volontà dell’Ue di pretendere che questi miliardi di gibabyte rimangano al di qua dell’Oceano Atlantico.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Android Auto Wireless, cosa serve per averlo sulla propria macchina

Facebook (Pixabay)
Facebook (Pixabay)

Facebool, duro faccia a faccia nell’udienza di Dublino

Tutto nasce in una causa in corso nel tribunale di Dublino dopo che un mese fa è arrivato un ordine dello stato irlandese di divieto per trasferire i dati delle informazioni sui clienti europei negli Stati Uniti. Il problema, naturalmente, è legato all’utilizzo che il governo americano potrebbe fare di tutta questa mole di file. Oggi gran parte delle battaglie politiche a livello mondiali verte proprio sulla gestione fisica delle informazioni e l’Unione Europea sta pagando un ritardo che in qualche modo vorrebbe recuperare.

In una udienza i legali di Facebook hanno dichiarato che un blocco di questo tipo non lascerebbe alternative se non interrompere le operazioni in Europa, quindi sarebbe un addio ai tre grandi social. “Non è chiaro come, in tali circostanze, potremmo continuare a fornire servizi”, ha dichiarato Yvonne Cunanne, dirigente di Facebook Ireland.

La società multinazionale ha però negato che il deposito della nota possa costituire una vera minaccia, ma che questo sistema di trasferimento serve per “effettuare i propri servizi. La mancanza di trasferimenti di dati sicuri e legali comporterebbe un danno all’economia e ostacolerebbe la crescita del settore data-driven negli Ue, proprio mentre cerchiamo la ripresa dal Covid-19“. Il gruppo, all’interno dell’Ue, ha generato vendite per 208 miliardi di euro.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> LG K42, smartphone di fascia media dal design unico