Digitale Terrestre, con questo veloce trucco il segnale scarso non sarà più un problema

In vista dello switch off del Digitale Terrestre allo standard DVB-T2, è bene prepararsi con ogni mezzo possibile. Se avete problemi di scarsa ricezione del segnale, vi consigliamo di seguire questo trucco veloce ed efficace

Entro la metà del prossimo anno, il Digitale Terrestre completerà una svolta storica. Si passa al DVB-T2, con l’abbandono delle vecchie frequenze per far spazio ad un’offerta tutta nuova. Aumentano i canali disponibili gratuitamente, sia a livello nazionale che regionale. E soprattutto migliora la qualità di visione, considerando che l’alta definizione che diventerà uno standard.

digitale terrestre 20220901 cellulari.it
Se avete problemi di ricezione col segnale del Digitale Terrestre, c’è un trucco che potrebbe risolvervi la vita (Adobe Stock)

Per agganciare tutte le novità, però, è necessario munirsi di un TV o un decoder di ultima generazione. In questo senso, c’è il Bonus TV messo a disposizione dal governo che dà la possibilità di usufruire di 100 euro. Senza alcuna limitazione di ISEE, basta rottamare il proprio vecchio device.

Come risolvere i problemi di segnale col Digitale Terrestre

I cambiamenti in vista dello switch off allo standard DVB-T2 sono in realtà in corso già da tempo. Tantissimi canali sono stati aggiunti, e altrettanti hanno dovuto abbandonare la propria numerazione o non sono proprio più disponibili. I lavori in corso stanno causando non pochi problemi per diversi cittadini residenti in Italia, soprattutto a livello di ricezione del segnale. 

digitale terrestre 20220901 cellulari.it
Provate a direzionare meglio l’antenna o a comprare un amplificatore di segnale (Adobe Stock)

Se volete risolvere quanto prima il disservizio, c’è un trucco che potrebbe fare al caso vostro. Il consiglio è di installare un amplificatore di segnale d’antenna. Se ne trovano diversi in rete o direttamente nei negozi, con dimensioni e prezzi che variano a seconda della qualità del prodotto. Su Amazon potete acquistarne anche uno a poche decine di euro, con risultati immediati. L’unica cosa da fare è installarlo all’entrata della presa dell’antenna in casa, in modo da poter amplificare i segnali DVB-C o DVB-T di 20-30dB e migliorare la visione in ogni stanza della vostra casa.

Altre soluzioni secondarie prevedono, per esempio, la verifica del corretto orientamento dell’antenna. L’aiuto di un elettricista potrebbe essere vitale in questo senso, per captare la direzione migliore. Un direzionamento sbagliato, infatti, può causare non pochi problemi. Su tutti il calo di potenza, letale considerando che il Digitale Terrestre è un sistema di trasmissione dati molto sensibile. Anche solo qualche centimetro più a destra o più a sinistra potrebbe fare la differenza.