Da aprile gli editori potranno scrivere le news su Messenger

Secondo le indiscrezioni Facebook starebbe sviluppando un software che mette gli sviluppatori in grado di mettere a punto un programma che genera contenuti in automatico all'interno di Messenger.

Secondo voci riportate dal sito Marketing Land al mese di aprile gli utenti della piattaforma di messaggistica di Facebook verranno informati tramite notifica dell’arrivo, oltre che di un messaggio, anche di uno o più articoli da leggere. 

Messenger è oramai un mondo completamente a se stante rispetto al Social Facebook  e conta ben 800 milioni di utenti, offrendo ad i suoi appassionati tutta una serie di funzioni dedicate.

Secondo le indiscrezioni Facebook starebbe sviluppando un software che mette gli sviluppatori in grado di mettere a punto un programma che genera contenuti in automatico all’interno di Messenger. Tale software viene chiamato chatbot dagli addetti ai lavori. 

Il  sito ripota che gli editori testeranno per primi la nuova funzione, che invia all’utente su Messenger la notifica con l’anteprima di una notizia, collegata ad un link che rimanda all’articolo completo presente sul sito della testata giornalistica. Questa strategia offre nuove possibilità di guadagno sulla pubblicità agli editori ed un nuovo modo di informare i propri utenti.

Il lancio delle notizie su Messenger dovrebbe essere fatto in via ufficiale in occasione di F8, la conferenza degli sviluppatori del Social Blu che si terrà il 12 e 13 aprile.

Proprio alla F8 dello scorso anno Mark Zuckerberg aveva informato il mondo dell’enorme successo  della chat e della sua espansione, infatti oggi Messenger mette a disposizione delgli utenti almeno 40 applicazioni che danno la possibilità, ad esempio, di acquistare online, di effettuare trasferimenti di denaro e di videochiamare allo stesso modo di Skype.

Dal post pubblicato sul sito pare che gli editori del calibro di Build siano già in fila per cogliere questa nuova opportunità di guadagno che verrà ad aprirsi il prossimo mese.

Per quanto riguarda il Social Facebook, esso è già diventato un’edicola da tempo ormai, ma da qualche mese ha anche fatto degli accordi con alcuni editori per offire agli utenti il suo servizio “Instant Articles” l’edicola multimediale di Facebook che dovrebbe essere disponibile da aprile per gli editori di ogni dimensione e nazionalità, dopo aver superato dopo una prima fase di rodaggio con alcuni grandi editori.

Come sta già avvenendo con la pubblicità presente sul social di Zuckerberg, verranno proposte all’utente le notizie che corrispondono al profilo che l’algoritmo di Facebook ha ricavato in base alle informazioni presenti sul suo profilo. Ogni utente, quindi, leggerà un proprio giornale, unico e diverso da quello degli altri utenti a seconda di quello che Facebook riterrà essere il suo gusto e le sue idee.
Tra le motivazioni di questo cambio di tendenza delle aziende americane vi sarebbe quella di voler controllare i contenuti pubblicati, cosa che oggi, riesce già a fare solo parzialmente con il cosiddetto Edge Rank, un sistema che regola il flusso di notizie e che ci fa vedere con maggiore frequenza solo determinati contenuti. Questa sorta di edicola digitale permette all’utente del Social di leggere la notizia di una testata giornalistica senza uscire da Facebook.

Anche Snapchat, l’App più utilizzata dai giovanissimi, ha da poco firmato un accordo con la testata giornalistica statunitense Wall Street Journal e con almeno altri 20 editori, tra i quali è presente anche il Daily Mail e perfino la Casa Bianca, entrata a far parte degli informatori all’interno della chat che vanta 100 milioni di utenti attivi  ed 8 miliardi di video visualizzati al giorno.