Chiodo fisso gaming mobile: arrivano eFootball 2022 e Diablo Immortal

Il mondo del gaming sta vivendo una sorta di epoca d’oro, soprattutto per lato mobile. Tante applicazioni tramite le quali giocare a centinaia di giochi e racimolare anche qualche soldini, non una fortuna ma arrivano tranquillamente. Tante aziende di videogiochi che aumentano, più o meno gratuitamente, la loro offerta sui cellulari.

Diablo Immortal 20220603 cell
Diablo Immortal – Adobe Stock

Sony ha già fatto sapere che porterà un quarto dei suoi giochi presenti in Playstation e 4 Playstation 5 sui cellulari in un futuro prossimo a lunga gittata. L’arcinota Blizzard Entertainment, una casa produttrice di videogiochi statunitense, che fa parte del gruppo Activision Blizzard, ha deciso di debuttare nel mondo del gaming mobile con un videogioco niente male.

Si chiama Diablo Immortal ed è un game molto conosciuto fra i player prettamente di console. Un videogioco free-to-play della serie Diablo, progettato principalmente per dispositivi mobili. Il gioco di ruolo online multigiocatore di massa si svolge tra gli eventi di Diablo II e Diablo III.

Konami a caccia di riscatto (e rilancio) nel mondo del gaming mobile

Mobile Gaming 20220603 cell
Mobile Gaming – Adobe Stock

Sviluppato da Blizzard Entertainment e NetEase, è stato annunciato alla fine del 2018 rilasciato proprio a giugno sia su Android sia su iOS, senza dimenticare la versione beta attualmente nella fase dei test per Windows.

Diablo Immortal richiede la connessione a Internet durante il gioco, non si può giocare offline, ma c’è una funzionalità di salvataggio incrociato niente male, che collega i progressi del player al proprio account Battlenet e consente loro di continuare su più dispositivi. Tradotto, chi ha due cellulari, per esempio, può giocare e salvare i propri dati, sia su Android sia, contemporaneamente, su iOS.

Konami, invece, è da un bel po’ nel mondo del gaming mobile, ma spera in una migliore fortuna per eFootball 2022, il cui lancio, fra errori e problemi, non è andato affatto bene. Sostanzialmente il game mobile dell’ex Pro Evolution Soccer è sostanzialmente un update di PES 2021.

Lo storico videogioco gratuito di simulazione calcistica sviluppato da Konami Digital Entertainment e pubblicato da lei stessa ha avuto una vita piuttosto travagliata, almeno su console, causa quasi certamente l’abbandono dello storico marchio PES. E chissà che nel mondo fatato del gaming mobile, non si rilanci.

Gli ultimi aggiornamenti sembrano aver risolto alcuni dei maggiori problemi. La brutta notizia, però, arriva dall’esperienza: chi la vuole totale dovrà quasi certamente sborsare dei soldi, con la tanto amata modalità Master League che uscirà sì, ma solo l’anno prossimo, da capire anche a quale costo. Tant’è.