Caro bollette: crollano i costi, il governo Meloni fa felici gli italiani

Il caro bollette continua a tenere sull’attenti i cittadini residenti in Italia. Con i costi che rimangono molto alti, c’è però una notizia che fa sorridere: il governo Meloni ha in mente una mossa che andrà a favore di tutti. Ecco cosa potrebbe succedere

A livello economico, ci troviamo nel pieno di uno dei periodi più complicati della storia recente. Alla già pesante crisi che imperversa da qualche anno, si sono aggiunti due fattori non da poco. Ossia l’emergenza pandemica e lo scoppio della guerra in Ucraina. Elementi scatenanti di un rincaro dei costi in generale con ben pochi precedenti, che obbliga i cittadini italiani al risparmio.

caro bollette 20221026 cellulari.it
Caro bollette

Basti per esempio pensare al caro bollette, di cui si parla ormai da tempo e che sta mantenendo tutti sulle spine. Tra luce e gas, le imposte subiranno impennate per molti insostenibili. Ma potrebbe esserci una soluzione a tutto questo. Si parla infatti di una manovra che il governo Meloni starebbe studiando e che potrebbe dare una grossa mano nell’immediato futuro.

Caro bollette, ecco a cosa sta pensando il governo Meloni

caro bollette 20221026 cellulari.it
Caro bollette (Unsplash)

In arrivo possibili soluzioni sul fronte caro bollette da parte del governo Meloni. Le ipotesi in ballo sono diverse, ma non mancano le brutte notizie. Fratelli d’Italia aveva espresso la sua volontà di rinnovare il bonus da 150 euro, misura a sostegno delle persone con un reddito inferiore ai 20mila euro. Al momento il tutto sembra essere bloccato, coi fondi che verranno reindirizzati ai crediti d’imposta. Proprio su quest’ultimo punto, serviranno quasi 5 miliardi di euro per la conferma a dicembre. L’aiuto dovrebbe arrivare all’interno del decreto Aiuti ter, con l’iter parlamentare che prenderà il via il prossimo 7 novembre.

Altro step fondamentale riguarda la legge di Bilancio. Quest’ultima potrà dare il via al bonus sociale bollette, che darà una grossa mano agli italiani sul fronte caro vita. Stando a quanto emerso, la volontà è di sganciarlo dall’Isee e renderlo subordinato al reddito. Va però poi deciso come avverrà l’erogazione, considerando che il reddito è individuale mentre il bonus è destinato alle famiglie.

Intanto, ci sono buone notizie per ciò che riguarda il prezzo del gas. La settimana si è aperta con un calo importante del Ttf di Amsterdam. Si parla di 100 euro al Megawattora, un prezzo che non veniva registrato dallo scorso 14 giugno. In generale, si parla di un calo pari al 10,9% rispetto all’ultimo closing. Un dato positivo che è legato anche all’accordo Ue degli scorsi giorni.